Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

La maleducazione di tavecchiopoli

Non rispondere, loro sono solo da spremere.

Alle società dilettantistiche quello che indispone maggiormente è la maleducazione della gestione Tavecchio quasi più dei soldi che cambiano cortina, più degli affari di famiglia, più dall'aumma aumma trasversale. Ieri con alcune Società, ci siamo fatti una pizza in Via Flaminia, a pochi metri dal portone chiuso (altra scortesia) della sede Lnd (25 milioni di Euro più arredi e servizi): delle nove società incontrate solo ad una non importa niente della maleducazione, delle lettere senza risposte ecc, le altre mettono l'assenza di rispetto nei loro confronti tra le principali cause di incazzatura (la parola ci sta tutta).

Ci arriva un'email che avvalora la tesi.

Ringrazio per la pubblicazione del materiale inviato che descrive la “assurda” situazione in cui ci ha messo la FIGC di Bologna, e le assicuro che il sito Agenzia Calcio ha acquisito molti “attenti lettori” della Pol.va Lame. Informo che il nostro rifiuto di partecipare all’incontro di andata con il BOCA –PEGASO ci è costato la sanzione di € 25, un punto di penalizzazione e la partita persa a tavolino (Comunicato ufficiale n11). Tutto ciò, come potrà immaginare, ha ulteriormente “appesantito” la situazione perché sia i ragazzi che gli allenatori hanno avvertito tutta la nostra “impotenza” a fronte di un atteggiamento assolutamente ingiustificato da parte dell’organismo federale locale cui, tra l’altro, abbiamo versato circa 6.000 euro per fare giocare un settore giovanile e una squadra di terza categoria!!! Fare giocare è una parola grossa perché per la fase autunnale i pulcini hanno in calendario 5 partite, naturalmente senza l’arbitro, a fronte di un costo di iscrizione di 60 euri…oltre i 12  euri versati per il tesseramento di ogni bambino.

Pare che la Federazione, a tutti i livelli, non abbia l’uso di rispondere alle domande poste. Ho inviato vari fax, che avete cortesemente pubblicato, ma non ho ricevuto risposte scritte da nessuno. Solo un paio di telefonate da un dirigente(?) locale che prima mi ha comunicato che non era possibile modificare i gironi (anche se non erano ancora stati pubblicati i calendari), e poi mi ha vivamente sconsigliato di fare pubblicità onde evitare che “il problema” uscisse dall’ambito provinciale, innescando possibili gravi sanzioni per la mia polisportiva.

Mah, la mia povera nonna diceva: ”Domandare è lecito, rispondere è cortesia.” Ma forse la Lnd non ha tempo da dedicare ad un piccolissimo problema che comunque ha dimostrato a oltre 150 atleti e alle loro famiglie come concretamente agisce questa federazione per contrastare i fenomeni di violenza sportiva.

Affrontato in modo diverso, invece, questo grave episodio poteva diventare molto educativo per tutti, sia per chi ha subito l’offesa che per chi l’ha provocata. Inutile dire che il giocatore coinvolto nel fattaccio gioca... presumiamo che quindi sia stato regolarmente tesserato.... Ogni commento a tutto ciò ... è superfluo.

Grazie ancora per averci aiutato a diffondere l’informazione

La Pol.va LAME Giuseppe Lacava.

Signor Lacava, quello di cui ci si deve indignare oltre all'ignoranza di chi dovrebbe essere al vostro servizio, è leggere che non solo ignorano, ma minacciano pure di "innescare possibili gravi sanzioni per la polisportiva." Questa è tavecchiopoli.

Fonte: 

redazione

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160