Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Inter, mai visto un Eto'o così

in

MILANO, 1 ottobre - E meno male che aveva litigato con Benitez. E meno male che Mourinho era il suo allenatore preferito. Prendiamo uno dei tanti dati strabilianti dell’avvìo di sta­gione di Samuel Eto’o: con l’Inter di Rafa ha segnato 11 gol nelle pri­me 9 partite ufficiali, l’anno scorso con l’Inter di Josè ha to­talizzato 16 gol in 48 incontri ufficiali. E’ un Eto’o mai visto. Primo fra i canno­nieri di Serie A ( in­sieme a Cavani), pri­mo fra quelli di Champions League (davanti a Ibra­himovic) e in tutta la sua carriera dopo 9 partite non aveva mai se­gnato così tanto. Domenica sera contro la Juve, o forse dopo la sosta di campionato, per Benitez si pone il quesito fondamentale della sta­gione interista: chi gioca centra­vanti, Eto’o o Milito? E’ la doman­da più bella che può sentirsi fare un allenatore. Ed è quella che dà la dimensione dell’Inter. Milito ha se­gnato 30 gol nella stagione scorsa, quest’anno è partito soffrendo, con 556 minuti senza far gol (un’eterni­tà per lui), poi è arrivata la dop­pietta contro il Bari prima dell’in­fortunio. Fuori col Werder, quan­do l’attaccante del Camerun ha gio­cato per la prima volta da centravanti segnando 3 gol. Con gli occhi ancora pie­ni di Eto’o, la rispo­sta diventa sconta­ta: centravanti lui. Ma probabilmente non sarà questa la scelta di Benitez.


I TAGLI DI DESTRO - Dopo la discus­sione in ritiro, il tecnico spagnolo aveva già cambiato il ruolo di Eto­’o, che gli aveva chiesto di avvici­narsi alla porta e di non fare più il terzino. Sempre sulla fascia, ma a sinistra, in modo che potesse ta­gliareal centro e concludere in porta col destro, il suo piede prefe­rito. Così ha lasciato intatto il mo­dulo della stagione scorsa, portan­do però quella modifica sostanzia­le in attacco. Eto’o è un centravan­ti straordinario e un fortissimo at­taccante esterno. Milito è un cen­travanti straordinario e stop. Portare il camerunense sulla fascia vuol dire perdere il 20 per cento delle sue qualità, portarci l’argen­tino è come perderne il 60-70 per cento. Come è successo al Milan con Ibrahimovic contro il Catania. Quando uno è centravanti puro, si vede a occhio nudo. Eto’o, come at­taccante, è più completo di Milito e di Ibra e questa è la sua fregatura. Benitez potrebbe risolvere il pro­blema col rombo: Eto’o accanto a Milito, Sneijder alle loro spalle, più tre mediani. Avrebbe la massi­ma potenza in attacco e, fra l’altro, potrebbe sfruttare al meglio un or­ganico che, perso Balotelli, ha so­lo tre attaccanti (il terzo è Pandev) a parte i giovani. Ma l’idea, a quanto risulta, non entusiasmal’ex allenatore del Liverpool.


NUMERI FOLLI - Cinque gol in cam­pionato, 4 in Champions, 2 in Su­percoppa Italiana più i 4 in 2 gare con il Camerun. E domenica arriva la Juventus alla quale la passata stagione ha segnato sia all’andata che al ritorno. Un altro balletto per festeggiare insieme a Materazzi è già pronto. Ieri Samuel si è conces­so una giornata di relax sbrigando commissioni familiari e legate al suo sponsor tecnico, mentre dopo il match di Champions di mercole­dì ha festeggiato a casa sua insieme a parecchi amici arrivati da Fran­cia, Spagna e Camerun. Contro il Werder è salito a quota 27 gol in nerazzurro dopo 57 gare ufficiali: ha sorpassato Branca ( 25 centri) ed è a - 1 da Balotelli. In tutto, in nerazzurro è rimasto in campo 4.675 minuti e viaggia a una media di una rete ogni 173'. Eto’o ha un altro vizio: segnare reti decisive, visto che il 55,5% delle sue realiz­zazioni hanno consentito all’Inter di vincere.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160