Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Gasparin: «Buon mercato Rimasti pezzi pregiati»

in

GENOVA, 1 settembre - Un mercato all'insegna di una parola chiave: coerenza. Così la Sampdoria ha chiuso quello estivo. «Siamo arrivati alle 19 di ieri sera con la soddisfazione di aver mantenuto inalterata la rosa della nostra squadra, senza cedere i pezzi pregiati, quelli che sono i capisaldi della rosa», ha osservato il direttore generale della Sampdoria, Sergio Gasparin, in una conferenza stampa per tracciare un bilancio del mercato blucerchiato. Un mercato che ha soddisfatto in pieno il dirigente veneto. «La politica iniziale della nostra società era quella di cercare di confermare i giocatori che tanto bene hanno fatto l'anno passato e nel contempo il rientro di quei gicatori giovani che hanno fatto bene altrove come Dessena, Volta, Marilungo e Koman. Possiamo dirci pienamente soddisfatti».


MANTENERE I BIG - La nota più lieta è proprio quella di essere riusciti a mantenere i big, giocatori come Cassano, Pazzini e Palombo che rappresentano i valori aggiunti della rosa a disposizione di Di Carlo. «È stato sicuramente uno sforzo - ha detto Gasparin - Ma lo avevamo detto sin dall'inizio, questo era il nostro obiettivo. Nel calcio di oggi non ci sono giocatori incedibili ma non abbiamo ricevuto offerte irrinunciabili. Certo tutte le voci che si sono susseguite a ogni piè sospinto ci hanno preoccupato ma al posto vostro non sarei in grado di scrivere 2 pagine di calciomercato ogni giorno».


I RINNOVI - Adesso alcuni giocatori, in particolare Palombo e Pazzini, potrebbero richiedere un ritocco all'ingaggio e magari un allungamento del contratto: «Su questo voglio mantenere la massima privacy - ha detto il dg blucerchiato - Ne parlemeremo con i soggetti in questione senza far trapelare nulla all'esterno. Loro comunque oltre a essere ottimi calciatori sono anche straordinarie persone».


I NODI - Due soli sono i nei della campagna acquisti della Sampdoria. Il primo riguarda Storari, che tanto bene aveva fatto negli ultimi sei mesi a Genova ma che alla fine è andato alla Juventus, via Milan. «Abbiamo messo sul piatto 8 milioni di euro tra cartellino e ingaggio - spiega Gasparin - Oltre non potevamo andare e allora abbiamo virato su un investimento in prospettiva con un portiere di valore come Curci, siamo contenti così». Il secondo neo riguarda Reto Ziegler, il cui contratto è in scadenza al prossimo 30 giugno: «Non è arrivata un'offerta adeguata al suo valore e lui non ha accettato la nostra proposta di allungamento contrattuale. Rimarrà con noi fino al 30 giugno. Sarà messo fuori rosa? Sicuramente no».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160