Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Chiellini: Ibra, è super Milan. La Juve è ancora indietro

in

FIRENZE, 31 agosto - Giorgio Chiellini vota Milan per il campionato appena iniziato: «Se Ibrahimovic ha lo stesso impatto che ebbe con l'Inter può vincere lo scudetto da solo - ha detto il difensore della Juve, dal ritiro della nazionale -. Se lui e Ronaldinho avranno voglia di giocare finirà con Pato che farà faville e segnerà tantissimo. Tutti e tre insieme, quelli, non si tengono...». E la Juve? E l'Inter? «Noi con l'arrivo di Ibrahimovic siamo un passo indietro, anzi un bel passo indietro, tanto lungo quanto è alto Zlatan. A me il progetto Juve piace molto ma è a lungo termine. Ai tifosi bisogna parlare chiaro per non creare poi le pressioni che l'anno scorso ci furono fatali e provocarono una batosta immensa per tutti. Il nostro obbiettivo è la zona Champions e in certi momenti ci sarà da soffrire». Infine l'avversario più difficile. «Da Calciopoli con l'Inter c'è una rivalità fortissima. Col Milan loro sono avanti, certo non tiferemo rossonero ma non potremo mai dire forza Inter perché poi magari rivincono tutto».


UN PIZZICO DI OTTIMISMO - Chiellini, poi, affida al suo sito personale un pensiero più ottimistico: «Ognuno di noi sperava in una partenza diversa, ma questo non deve offuscare quanto di buono abbiamo fatto finora e i progressi mostrati negli ultimi incontri. Tutti sapevamo che ci sarebbe voluto del tempo per lavorare e consolidare la nuova ossatura della squadra ma siamo assolutamente fiduciosi per il futuro».


NAZIONALE - Un progetto di ricostruzione con la Juve, dunque, e un altro con la nazionale. Chiellini, al centro della difesa bianconera e di quella azzurra è nel vivo di tutte e due le ripartenze, la seconda sotto la bandiera di Cassano. «Lui è il giocatore che più di tutti ha qualità, ma non è giusto dire che questa Italia è aggrappata a Cassano - dice il difensore -. Non giova dargli tutte queste responsabilità né a lui né alla squadra. Se una squadra non gioca, neanche Messi fa la differenza».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160