Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Sendi-Unicredit, alla banca opzione d'acquisto della Roma

in

MILANO, 31 luglio - C'è anche un'opzione di acquisto in favore di Unicredit della quota della famiglia Sensi in Newco Roma, il veicolo finanziario cui verrà assegnato il pacchetto azionario di controllo di As Roma, tra le intese che in settimana hanno portato alla sistemazione del debito Italpetroli dopo una lunga trattativa. È quanto emerge dall'estratto dei patti parasociali pubblicato oggi. La prelazione scatta se il veicolo finanziario perde il controllo del club, se la banca riceve un'offerta di acquisto "almeno pari al 51% del capitale sociale di Newco Roma" e in caso di "inadempimenti contrattuali rilevanti". Newco Roma, secondo quanto annunciato lunedì 26 luglio, sarà costituita tramite la scissione di Compagnia Italpetroli e partecipata dai Sensi al 51% e da Unicredit al 49%. «Ad Unicredit è riconosciuta una opzione di acquisto sulla partecipazione detenuta dalla Famiglia Sensi in Newco Roma all'esito della scissione - si legge ora nell'estratto dei patti -, esercitabile decorsi dodici mesi dalla data di sottoscrizione dell'accordo e, in qualsiasi momento, per i quarantotto mesi successivi». Nell'accordo, viene precisato, sono già state stabilite le modalità di calcolo del prezzo di esercizio dell'opzione. Il patto prevede anche un'opzione di vendita in favore della famiglia Sensi, ma è esercitabile solo in caso Newco Roma venga a perdere il controllo dell'As Roma ed entro i sessanta giorni successivi.


L'ACCORDO - In base agli accordi raggiunti, secondo quanto emerge nel patto, oltre alla definitiva sistemazione dei debiti Italpetroli alla famiglia Sensi verrà riconosciuto anche un compendio immobiliare. L'intesa sulle sorti del pacchetto del 67% della As Roma non riserva poi grandi sorprese rispetto a quanto già emerso nei giorni scorsi. Rosella Sensi continuerà a gestire la As Roma, mentre verrà nominato come presidente indipendente Attilio Zimatore, il quale procederà a riorganizzare le attività non sportive di Italpetroli, affinchè la banca proceda a valorizzarle e dismetterle. Zimatore gestirà quindi una procedura di cessione del pacchetto di controllo della Roma, sul quale è stato conferito come noto un mandato esclusivo all'advisor Rothschild. L'accordo, ricordano anche i patti pubblicati oggi, è condizionato all'assenso degli altri creditori di Italpetroli e alla conferma Consob che non ci sarà obbligo di Opa sulla Roma per la Newco o per i partecipanti. Queste condizioni dovranno verificarsi entro il 30 settembre. L'azionariato Italpetroli fa capo a Maria Nanni (0,04%) e per il 16,98% ciascuna a Maria Cristina Sensi, Silvia Sensi e Rosella Sensi, il 49% restante è di Unicredit.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160