Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

De Sanctis, che sfida alla macchina “sparapalloni”

in

FOLGARIA (TRENTO), 31 luglio - Nell’ultimo giorno della preparazione svolta in Trentino, ar­riva anche la sperimentazione della mac­china “sparapalloni”. Nel ritiro del Napo­li a Folgaria, vengono a piazzarla due tec­nici sotto la supervisione del preparatore dei portieri, Papale. «Vado io tra i pali» , dice Morgan De Sanctis, sfidando quel­l’apparecchio composto da due rulli co­mandati da una consolle che indirizza le sfere di cuoio a velocità impressionante. De Sanctis, che ha già raggiunto un’ac­cettabile condizione di forma, prova a vo­lare da un palo all’altro, ma niente da fa­re. Il pallone finisce in fondo al sacco puntualmente: a volte alla destra del por­tiere, a volte a sinistra. A quel punto De Sanctis chiede, quindi, di sapere la velo­cità con cui è partito il “missile”. «Cento­venticinque, ora centocinquanta», rispon­de il tecnico che con una pistola laser mi­sura a quanti chilometri l’ora viaggia l’at­trezzo. De Sanctis prima allarga le brac­cia, poi sempre più incuriosito invita a ri­provare. La sperimentazione dura una mezzoretta sotto lo sguardo divertito di un centinaio di tifosi. Probabile che ven­ga utilizzata anche a Castelvolturno dove oggi pomeriggio il Napoli sosterrà il pri­mo allenamento in sede ed al caldo dopo venti giorni al freddo degli Altipiani.


CAMBIO DI PROGRAMMA - Mazzarri ha volu­to anticipare apposta il rientro dal ritiro nel nord Italia di due giorni, per far adat­tare i giocatori al clima che troveranno martedì sera al San Paolo quando sfide­ranno i tedeschi del Wolfsburg. Oggi la sveglia è alle sei del mattino, orario ne­cessario per consentire alla comitiva di raggiungere l’aeroporto di Verona ed im­barcarsi sul volo diretto per Napoli. Ieri tante manifestazioni di simpatia da parte degli abitanti di Folgaria a tutto lo staff del Napoli che aveva tanto animato il piccolo centro del Trentino. L’invito a tornare il prossimo anno è già partito da parte dell’assessore alla Provincia, Mella­rini, ma nessun impegno è stato preso an­che perché dovranno essere eseguiti dei lavori all’impianto sportivo, troppo angu­sto per contenere l’assedio di centinaia di tifosi al giorno come si è verificato stavol­ta. I calciatori si sono lamentati abbastan­za dello stress che hanno dovuto soppor­tare, a ogni fine allenamento, per le ri­chieste spesso invadenti di fermarsi a po­sare per una foto-ricordo o firmare auto­grafi.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160