Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Scaloni promuove Garrido: «Lo conosco, è un grande»

in

ROMA, 30 luglio - «Negli ultimi mesi della scorsa stagione abbiamo fatto molto gruppo, ora dobbiamo continuare in questo modo. Abbiamo bisogno di questo più che di giocatori di nome. L'esperienza della scorsa stagione ci ha fatto capire che in questo calcio è la compattezza che fa la differenza». Nell'ultimo giorno del ritiro della Lazio ad Auronzo di Cadore (domani il ritorno nella capitale prima del secondo ritiro a Fiuggi dal 4 al 14 agosto), è Lionel Scaloni a rassicurare i tifosi biancocelesti, a meno di un mese dal via del campionato, sulla bontà della rosa a disposizione di Edy Reja. «Possono essere certi che non ripeteremo gli errori della scorsa stagione» ha dichiarato il difensore argentino.


Scaloni ha speso parole importanti per l'ultimo arrivo in casa Lazio, Javier Garrido. «Ho giocato contro di lui quando era alla Real Sociedad - ha affermato -. Tecnicamente è forte come tutti gli spagnoli. Inizialmente avrà delle difficoltà perché dovrà capire bene in che tipo di calcio è arrivato: quello italiano è molto tattico. Garrido ha qualità e corsa, può fare benissimo».


Non vanno scoperte, ma rilanciare le potenzialità di Zarate: «È inutile dire che qualitativamente è il migliore della rosa - ha confessato Scaloni - deve solo capire qual è il momento giusto di fare la giocata o di dare la palla, altrimenti rischia di diventare un giocatore normale. Parlo spesso con lui e devo dire che quest'anno ha tanta voglia di ascoltare e di migliorare. È un calciatore importante, ma deve giocare vicino l'area di rigore, altrimenti non serve tutto il suo lavoro».


L'ultima battuta del difensore argentino è sul suo futuro che, a meno di sorprese dell'ultima ora resterà biancoceleste: «Ho parlato con l'allenatore e con Tare ed entrambi sono stati chiari. Inutile dire che io non sono un titolare di questa squadra, ma la Lazio mi ha manifestato il piacere di tenermi - ha concluso -. È ovvio che avrei piacere di giocare, ma se non dovessi trovare una squadra che mi offre questa garanzia, allora sarei contento di essere utile alla Lazio. Io qui sono felice e ho la stima dell'allenatore».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160