Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Ranieri: «Voglio Burdisso, ma dipende dalla Roma»

in

PARIGI, 30 luglio - Claudio Ranieri non entra nel merito delle trattative con l'Inter su Nicolas Burdisso ma da Parigi torna a sottolineare quanto un eventuale suo ingresso nella Roma sarebbe importante per la squadra. «Sapete quanto io tenga a Burdisso. È un giocatore che ha tutte le caratteristiche che io prediligo, è un ottimo ragazzo, dà tutto, non solo in campo ma anche nello spogliatoio, uno stimolo per tutti i suoi compagni» ha affermato il tecnico giallorosso rispondendo ai cronisti alla vigilia del torneo quadrangolare organizzato dal Paris Saint Germain per il suo 40° anniversario. Insomma, ha aggiunto, «sapete quanto per me Burdisso sia importante, ma poi lascio le discussioni alla società. Conoscete le difficoltà che stiamo affrontando, io come allenatore mi faccio sentire ma poi ci sono anche gli altri».


IL TORNEO - Ranieri parla anche del torneo di Parigi: «Non vedrete nulla di nuovo - afferma -. Vedrete la solita Roma. Dobbiamo cercare di ritrovare lo stesso spirito dell'anno scorso, quello spirito che ha fatto innamorare i romani. Al di là del sistema di gioco, voglio ritrovare quello spirito là». Per Ranieri la sfida amichevole di questo fine settimana con il Bordeaux, il Porto e lo stesso Psg è «una tappa importante dopo la prima fase del ritiro. I ragazzi devono trovare il ritmo della gara e avranno l'opportunità di mettere chilometri nel motore. Soffriremo, ma è quello che voglio vedere». Il tecnico della Roma rimpiange l'assenza di Adriano:«Mi dispiace che non ci sia, ma preferisco salvaguardarlo. È solo un lieve infortunio e non vorrei rischiare». A chi chiedeva quale fosse la sua opinione delle due squadre transalpine che affronterà domani e dopodomani, l'allenatore della Roma ha risposto: «Ho molta stima del gioco francese e dovremo correre molto per non soccombere. In più sono molto contento di incontrare il mio amico Jean Tigana (l'attuale allenatore dei girondini, ndr)». Infine un pensiero alla nazionale francese e alla sua pessima impresa nel mondiale del Sudafrica: «Quando si è giovani si sbaglia anche quando non si dovrebbe - ha osservato -. Mi pare che ora la federcalcio francese abbia rimesso le cose a posto. Con Laurent Blanc, che tra l'altro io portai per primo al Napoli, le cose stanno andando nella giusta direzione. Blanc ha tante qualità ed è luomo giusto per la situazione».


TOTTI - Da Parigi ha parlato anche Totti in un'intervista pubblicata su un giornalino celebrativo del quadrangolare che si terrà domani e domenica nella capitale francese per festeggiare i 40 anni del Paris Saint Gernain: «Giocare in questo torneo è molto importante per la nostra preparazione - dice il capitano giallorosso - anche in vista della Supercoppa contro l'Inter il 21 agosto. Sono tre settimane che ci alleniamo e la nostra condizione non è ancora al top. Mi auguro che saremo brillanti sia in questo torneo che nell'arco della stagione. Abbiamo iniziato ad allenarci tre settimane fa, non siamo ancora al 100% ma lavoriamo duro per raggiungere questo obiettivo. Giocare questo torneo contro squadre come il Paris St.Germain e il Bordeaux è molto importante per la nostra preparazione, perché giochiamo un match molto importante contro l'Inter il 21 agosto. Spero che la squadra sia brillante durante questo torneo come per la prossima stagione».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160