Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Inter, la grinta di Milito: «Vogliamo vincere tutto»

in

PHILADELPHIA, 30 luglio - «Ho rivisto un gruppo con tanta voglia di far bene, di continuare a conquistare quante più vittorie possibili. Ora, siamo concentrati su questo ritiro e su quello che servirà per vincere la Supercoppa europea e quella italiana». Ha le idee chiare Diego Milito che, raggiunti i compagni dell'Inter a Philadelphia, vuole subito tornare a lavorare per cercare di riperere i successi della passata stagione.


PRIMI OBIETTIVI - I primi obiettivi sono già fissati: Supercoppa italiana e Supecoppa europea. Ma il bomber argentino guarda avanti. «È sicuramente stimolante -dice a Inter Channel- perché abbiamo la possibilità di conquistare due trofei in una sola settimana. Per noi è importante trovare sin dall'inizio la forma migliore, fare degli allenamenti buoni e iniziare il nostro cammino con delle vittorie».


CACCIA AL BIS - «Sicuramente ripetere una stagione come quella scorsa non sarà facile, perché non è mai facile -prosegue Milito-, ma il nostro obiettivo sarà sempre quello di dare il massimo. La società, per tutto quello che è, credo sia in grado di vincere tutto, noi da parte nostra ci proveremo come ci abbiamo provato l'anno scorso. Nella scorsa stagione ci siamo riusciti, poi viene da sè che nel calcio non si può mai sapere. Gli obiettivi che abbiamo sono tutti i titoli che ci sono in palio, noi proveremo a conquistarli tutti».


BENITEZ - Positive le prime impressioni del neo-allenatore Benitez: «Essendo io arrivato qui ieri, non ho ancora avuto modo di parlare a lungo con lui. Abbiamo fatto una chiaccherata e non sono io a scoprire che Benitez è un grandissimo allenatore, con grande esperienza. Adesso mi auguro di fare un buon ritiro».


MARADONA - L'unico rammarico di Milito è per l'esito negativo del Mondiale, vissuto prevalentemente in panchina. «Quelle relative alla nazionali sono scelte dell'allenatore che bisogna saper rispettare -spiega Milito-. Io sapevo che non sarebbe stato facile giocare, ognuno ha i suoi gusti, Maradona ha scelto Higuain e ho rispettato le sue scelte. Ho accettato così il ruolo che avevo nell'Argentina. Il suo esonero? E' stata un po' una sorpresa, ma noi ci siamo lasciati bene».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160