Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Pedro Leon, la gemma del Getafe che piace a Real, Barça e Inter

in

ROMA, 10 luglio - Il tavolo degli acquirenti si è allargato: anche il Barcellona ha bussato alla porta del Getafe per trattare Pedro Leon, 23 anni, esterno destro di centrocampo, otto gol nell’ultimo campionato spagnolo. Si era fatto avanti per primo il Real Madrid, poi è entrata in azione l’Inter. E adesso è il turno del Barcellona. Scenario incerto: Pedro Leon, nel suo ruolo, ha dominato le classifiche di rendimento nella scorsa stagione. Il giocatore ha un contratto con il Getafe fino al 30 giugno del 2014, ma può svincolarsi esercitando una clausola di rescissione da dieci milioni di euro. Il Barcellona si è inserito a sorpresa: Pep Guardiola, che ha trovato una accordo con il nuovo presidente blaugrana Sandro Rosell e si prepara a prolungare fino al 2012, ha segnalato Pedro Leon ai suoi più stretti collaboratori. C’è stato un primo colloquio con il Getafe: una mossa strategica per valutare i margini di inserimento, visto che Guardiola considera Pedro Leon la prima alternativa di Juan Manuel Mata, classe ‘88, altro talento di un Valencia che dopo David Villa (passato proprio al Barcellona) deve cedere i pezzi pregiati per tamponare una grave crisi finanziaria. Pedro Leon è stato uno dei protagonisti dello scorso campionato: è un esterno potente e veloce, che spinge con grande intensità e cerca sempre di prendere l’iniziativa, mettendo in crisi gli avversari con il suo ritmo, la sua brillatezza atletica, il suo temperamento. E’ stato provato anche nel ruolo di terzino, in passato, ma partendo da dietro diventa più prevedibile. E poi non ha la mentalità e le caratteristiche per fare il difensore puro.


TIRO PRECISO E OTTIMI PIEDI - Pedro Leon ha trovato la sua dimensione ideale a centrocampo, però ha i requisiti per lavorare anche in un 4-3-3 sulla linea degli attaccanti: arriva al cross, s'infila in area di rigore, ha un tiro preciso dalla distanza. Rafa Benitez l'ha segnalato all'Inter: se fosse rimasto al Liverpool, il tecnico madrileno avrebbe provato a portarlo in Premier League. Adesso il nome di Pedro Leon è nella lista dei giocatori tenuti sotto osservazione dall'Inter, che continua a incrociare sulla propria strada Josè Mourinho: il portoghese ha tentato di soffiare Diego Milito al presidente Massimo Moratti ed è concentrato su Maicon, valutato 35 milioni di euro dalla società nerazzurra, ma pensa anche a Pedro Leon. I dirigenti del Real avevano presentato il 25 maggio un'offerta al Getafe: soldi più il cartellino del promettente centrocampista Mosquera, classe ’88. Proposta respinta.


PIACE ANCHE A MOURINHO - Nel frattempo il Real ha ceduto Mosquera all’Almeria, però rimane alla finestra e riflette sulla possibilità di regalare a Mourinho anche Pedro Leon. Papà spagnolo e mamma ecuadoriana: l’esterno del Getafe è nato a Mula il 24 novembre del 1986. E’ alto un metro e 82 per un peso di 73 chili. Fa parte di una famiglia di sportivi: il fratello, Luis Leon Sanchez Gil, è un ciclista. Mentre l’altro fratello, Antonio, fa il calciatore. Pedro Leon ha cominciato a giocare nelle giovanili del Muleno, prima di essere tesserato dalla Nueva Vanguardia. Nel 2004, a diciotto anni, ha firmato con il Murcia, che ha deciso di mandarlo a fare esperienza nella sua seconda squadra, l’Imperial Murcia, che partecipa al campionato di serie C. Nel 2005 viene richiamato dal Murcia: due stagioni, sessantotto presenze e dieci gol. Nel 2007 il trasferimento al Levante: ventiquattro partite e tre reti, Una maglia che cambia anche nella stagione successiva, quando viene acquistato dal Valladolid: trentatré gare e tre gol. Nel 2009, poi, il passaggio al Getafe: un’operazione da quattro milioni di euro.


FUTURO IN ITALIA? - Pedro Leon ha fatto parte dal 2007 al 2009 della nazionale spagnola under 21, sotto la guida del selezionatore Inaki Saez. Adesso sta completando le vacanze al mare e aspetta un segnale dal Getafe per scoprire il suo destino: Real Madrid, Inter e Barcellona possono regalargli il grande salto di qualità. In precedenza, verso la metà di marzo, era stato il Milan a cercarlo. Il futuro di Pedro Leon è in bilico, ma giovedì sera il direttore sportivo del Getafe, Toni Munon, ha provato a creare le basi per un’asta: «La squadra si radunerà lunedì e Pedro Leon risponderà regolarmente alla convocazione. Ha disputato un grande campionato ed è normale che tanti club siano interessati a lui. Ma finora non sono arrivate offerte concrete».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160