Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Atalanta, ecco Colantuono: «Qui sono a casa»

in

BERGAMO, 30 giugno - Stefano Colantuono riparte dall'Atalanta per centrare il traguardo che raggiunse nel 2006 proprio con i nerazzurri: la promozione in serie A. "Sono felicissimo di essere tornato, Bergamo è un pò casa mia. Avevo altre offerte, ma non ho esitato quando il presidente Percassi mi ha fatto la sua proposta". Tre anni fa lasciò Bergamo per andarsene al Palermo poco dopo aver firmato il rinnovo del contratto, ma ormai è acqua passata. «Il rapporto si interruppe in modo traumatico, ma non andai via per soldi. A un certo punto si creò un distacco e presi quella decisione. Niente di grave, però, tant'è vero che con i Ruggeri sono rimasto in ottimi rapporti». All'Atalanta proverà a rilanciare una carriera con tre esoneri nelle ultime due stagioni: «Vero, via da Bergamo non ho avuto fortuna, quasi una maledizione. Anche per quello sono tornato. Scherzi a parte, a Palermo non ho fatto male. Mi cacciarono con la squadra al sesto posto. Ma con il presidente non c'era gran feeling. E con il Torino sono arrivato ai playoff».


LA SQUADRA - In squadra, ritroverà molti vecchi allievi: «Lo zoccolo duro sarà confermato, partiremo con il 4-4-2, vedremo se sarà il caso di cambiare a stagione in corso. Quel che è certo è che ci aspetta un campionato durissimo». Il presidente Percassi è convinto di aver fatto la scelta giusta: «Colantuono mi ha colpito per il suo entusiasmo e l'attaccamento all'Atalanta. Sono convinto che centrerà l'obiettivo di tornare subito in A». Per dargli una mano sono già pronti i primi rinforzi: dopo il centrocampista Basha dal Frosinone, dall'Albinoleffe arriverà il centravanti Francesco Ruopolo. E i pezzi pregiati nerazzurri?: «L'intenzione è confermare tutti - spiega Percassi - ma le offerte non mancano. Di sicuro non terremo nessuno controvoglia».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160