Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Dzsudzsak, velocità e gol al servizio del Psv Eindhoven

in

ROMA, 19 giugno - E’ ungherese e gioca in Olanda, nel Psv Eindhoven, dove da abili mercanti comprano sempre con l’obiettivo di rivendere dopo un po’ di tempo a cifre più alte. Si chiama Balazs Dzsudzsak, ha ventitré anni e un cognome difficile da pronunciare, è un esterno che può muoversi a centrocampo in un 4-4-2, oppure come attaccante di fascia in un 4-3-3. Ha un sinistro vellutato e un dribbling elegante: è rapido, salta il terzino, arriva al cross e segna con grande regolarità. Quattordici gol nell’ultimo campionato, altri undici nella stagione precedente: Dzsudzsak, considerando l’età, rappresenta una delle migliori espressioni nel suo ruolo a livello europeo. Non si è ancora guadagnato una grossa fetta di notorietà, ma è in Olanda dal 2007 e in tre anni ha fatto registrare una crescita costante: ha l’intensità di un centrocampista completo, perché si applica anche in copertura, però ha gli slanci della punta, arriva spesso al tiro, prova la conclusione da fuori area, ha una buona tecnica e i suoi diagonali hanno una precisione quasi chirurgica. Fred Rutten, l’allenatore del Psv Eidnhoven, l’ha utilizzato nel ruolo di esterno classico, in 4-4-2, ma l’ha provato anche nel tridente, chiedendogli un contributo in fase difensiva che Dzsudzsak non ha mai fatto mancare al collettivo.


VELOCE E AMA ANDARE IN PROFONDITA' - L’ungherese ha disciplina tattica, ha colpi brillanti, però non ha la mentalità e gli atteggiamenti del solista, dell’ala che tiene troppo il pallone e rallenta la manovra. E’ veloce nei fraseggi, si esalta quando viene servito in profondità e può innescare le marce alte, rubando centimetri preziosi agli avversari.


ESORDIO NEL DEBRECEN - Dzsudzsak è sbarcato in Olanda nel gennaio del 2008, dopo essere cresciuto nel settore giovanile del Debrecen, con il quale ha vinto da professionista due scudetti, il primo nel 2006 e il secondo nel 2007: quarantotto presenze e quattordici gol. E’ stato scoperto da Piet de Visser, uno degli osservatori più esperti e qualificati del Psv, che gli ha fatto firmare subito un contratto fino al 2012. Ma è già da qualche settimana che il club di Eindhoven ha avviato la trattativa per prolungare l’accordo di due o tre anni.


COSTA 5 MILIONI - Il suo valore di mercato, per il momento, si aggira intorno ai cinque milioni di euro. Dzsudzsak, in campionato, ha realizzato quattordici gol, compresa una doppietta all’Ajax. E’ un giocatore completo, che valorizza anche il lavoro e il movimento dei compagni: in Eredivisie ha servito quindici. Cross alti e calibrati, ma anche passaggi filtranti per la felicità degli attaccanti Ola Toivonen, Otman Bakkal e Danny Koevermans. Forza e resistenza in un fisico compatto: è alto un metro e 79 per un peso-forma di 72 chili. Dzsudzsak, con le sue accelerazioni, regala varianti alla manovra della squadra di Rutten. Ed è molto bravo anche sui calci di punizione.


FA PARTE DELLA NAZIONALE UNGHERESE - Fa già parte del giro della nazionale ungherese: il suo debutto risale al periodo in cui indossava ancora la maglia del Debrecen. E’ considerato uno dei leader del gruppo dal selezionatore Erwin Koeman, fratello di Ronald (ex Barcellona) e in carica dal 24 aprile del 2008. Dzsudzsak ha giocato ventiquattro volte nell’Ungheria, segnando un gol contro la Grecia. In Italia è stato seguito durante l’ultima stagione dalla Juventus e dal Palermo, ma l’esterno è stato notato anche dal Chelsea e dal Fenerbahce. Ha sempre giocato nel Debrecen e nel Psv Eindhoven, tranne per una breve parentesi (2003-04) quando la società ungherese lo aveva ceduto in prestito al Letavertes, squadra di serie C. In Olanda, finora, ha conquistato uno scudetto nel 2008, appena sbarcato a Eindhoven: diciassette presenze e tre gol nel girone di ritorno, con Jan Wouters in panchina. Poi altre emozioni e tanti applausi.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160