Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

COPPA ITALIA ENEL - ROMA 2010 - MILANO CONQUISTA LA COCCARDA TRICOLORE PER IL SECONDO ANNO ...

In finale battuto Bibione per 5 – 3 grazie alla tripletta di Benjamin e la doppietta di Bruno

Roma 13 giugno 2010 - Il sole ha illuminato e scaldato la Coppa Italia di Beach Soccer, la luna l’ha accarezzata rischiarando la vittoria di Milano che ha superato Bibione per 5 – 3 in una sfida che ha mantenuto ciò che aveva promesso. Una partita mai banale, illuminata dai bagliori rossoneri del duo brasiliano Bruno e Benjamin, dalle stoccate d’autore di Soria per i veneti. Due squadre con un impianto di gioco preciso, due gruppi solidi che hanno onorato la sfida. Tra la verve della matricola Bibione e la maturità e di Milano, l’ha spuntata quindi la sagacia della squadra leader di questa disciplina, con questa sono due le coppe messe in bacheca di fila per i milanesi, quattro in tutto. La strada per la finale delle due protagoniste faceva presagire l’epilogo, percorso netto per Milano che ha messo in fila Venezia, Eboli e Roma. Bibione dopo aver battuto Mare di Roma è stato ripescato alle fasi finali grazie alla sconfitta di misura con Roma, capolavoro poi alle semifinali con il successo sull’Eboli e l’affermazione ai rigori con il Lignano.

Il soccer di spiaggia ha regalato una notte indimenticabile di acrobazie sulla sabbia in un’ Arena incastonata tra i colli Aventino e Palatino, una manifestazione targata Lega Nazionale Dilettanti allestita grazie all’organizzazione di Officina Italiana con il contributo del Comune di Roma. Una disciplina quella del beach soccer che sta letteralmente esplodendo grazie alle evoluzioni dei palleggiatori da spiaggia che animano uno sport estivo e frizzante, mostrando tonicità, armonia e elasticità che rubano gli occhi agli spettatori affascinati da un modo diverso di vedere e intendere il calcio. Tecnica, professionalità e spettacolo questo il mix vincente del beach soccer, la Coppa ha racchiuso in sé tutto questo e molto altro. Abbiamo ammirato diciotto delle squadre che animeranno il campionato estivo, un gustoso antipasto per valutare le gerarchie e le forze in campo.

Il terzo posto è andato al Terracina che ha fatto suo il match con Lignano al termine di una partita emozionante che si è risolta ai rigori (6 – 5). Le squadre si sono rincorse per tutta la gara lottando su ogni pallone e “inventandosi” gol da capogiro, decisivo l’errore dal dischetto di Ze Maria. Applausi comunque per entrambe le formazioni protagoniste di un percorso di Coppa ampiamente positivo. I friulani hanno visto sfumare la finale solo a causa dei rigori che hanno sorriso a Bibione mentre Terracina in semifinale ha fatto tremare Milano superando ai penalty le all star di Roma. Sugli scudi i nazionali Leghissa e Esposito per i friulani, Palmacci e Basquaise per i laziali.

La Roma ripresasi dalla delusioni delle semifinali ha reagito con orgoglio e classe italo – brasiliana battendo per 3 – 1 la “sorpresa” Eboli, Buru (2) e Belchior hanno firmato le reti che sono valse il quinto posto per la squadra capitolina. Da menzionare infine il bomber del Torneo, l’attaccante del Viareggio Gabriele Gori che ha toccato quota 14 reti.

Si è conclusa così la prima manifestazione stagionale del beach soccer, ora spazio al campionato che porterà in giro per l’Italia una festa sportiva dai colori e sapori estivi.

Spettacolo anche nel villaggio commerciale, allestito nella zona adiacente la Beach Arena, dove oltre alla divertente e colorata animazione firmata Eden Viaggi, ha esordito il “body painting tour” di Pepsi. All'interno dello stand dedicato a uno dei più grandi bodypainter mondiali, il fantastico Ennio maestro dell'arte della pittura su corpo si è esibito con le sue creazioni artistiche su i numerosi curiosi. Atmosfera frizzante gustando Pepsi Regular e Pepsi Twist, la cola al limone, nello stand refresh. E poi tutti sulla Dacia Duster, auto ufficiale del beach soccer 2010, che è possibile visitare sempre all'interno dell'Area Fun. La regia dell’intrattenimento è affidata alla voce del campionato italiano ormai da tre stagioni, il DJ Francesco Pasquali, mentre la musica è quella di Radio Kiss Kiss. Le aziende che supportano questa iniziativa però non finiscono qui, l'area Vip Ospitality è brandizzata Enel (main partner), mentre i media ufficiali dell'evento sono anche quest’anno i quotidiani sportivi Tuttosport e Corriere dello Sport-Stadio. Ha confermato, infine, il ruolo di fornitore ufficiale anche Acqua Dolomia. In più grande visibilità è stata riservata anche a JBL, Yamamay, Msc Crociere, e-work, Delta, Timex, Italtelo, Molten e Sky Sport che per il quinto anno consecutivo trasmette le gare di tutta la stagione.

Risultati Live – E' possibile seguire lo svolgimento della Coppa Italia Enel in tempo reale sul sito LND (www.lnd.it alle pagine dedicate al beach soccer) con aggiornamenti continui su risultati e cronache delle gare.

Così in TV – Le gare dalla Coppa Italia Enel seguiranno la seguente programmazione su Sky Sport 1: 2 gare dei quarti di finale in onda il 18 giugno dalle ore 19 – semifinali in onda il 19 giugno dalle ore 19 – la finale il 20 giugno dalle ore 19.

La formula - Si comincia con gli ottavi di finale (con il Napoli campione d’Italia e il Milano vincitore della Coppa ammesse di diritto al 2° turno). Le perdenti del primo giorno vanno a giocarsi i piazzamenti dall’11° al 18° posto, mentre le vincenti più le due teste di serie si affrontano di nuovo a eliminazione diretta in gare a svolgimento ridotto della durata di due tempi da 12’ anziché tre. Sabato ricco di sfide: si va avanti con il tabellone dei perdenti, mentre le 5 squadre rimaste più la miglior perdente finiscono in due gironi da tre e si affrontano con gare da un solo tempo. Si chiude la domenica con le finali: le prime dei due gironi si contenderanno la Coppa Italia 2010 in una gara di nuovo dalla durata normale.

LE GARE

Finale 1° e 2° posto

BIBIONE - MILANO 3-5 (2-2, 1-2, 0-1)

Bibione: Samsa, Muratore, Livon, Samoun, Wellington, Ddi, Soria, Taviani, Zonca, Bon; All. Sabalino.
Milano: Rasulo, Casarsa, Bruno, Nico, Ghilardi, Kuman, Polastri, Benjamin, Alvaro, Fumagalli; All. Panizza.
Arbitri: D'Attanasio di Lanciano e Napolitano di Nola.
Marcatori: 3'pt Soria (B), 4'pt Benjamin (M), 6'pt Soria (B), 9'pt Bruno (M), 4'st Bruno (M), 8'st Livon (B), 10'st Benjamin (M), 5'tt Benjamin (M),
Note: allontanato per proteste Panizza, allenatore del Milano.

La Coppa Italia Enel resta al Nord. Bibione e Milano hanno dato vita ad una finalissima degna delle attese e delle stelle del beach soccer che sono scese nell'area del Circo Massimo. Da una parte i veneti, squadra rivelazione della quattro giorni romana che ha condotto all'assegnazione del trofei nazionale, sostenuta dai colpi del bomber Giuseppe Soria e da un gruppo di beacher di provata esperienza. Dall'altra i campioni in carica di Milano, che pur orfani del prodigioso ma infortunato Amarelle, hanno potuto attingere alle immense risorse di una rosa di grandissimo livello, messa a disposizione di mister Panizza. La prima frazione del match è palpitante, con una serie di colpi che strappano applausi e che scatenano le emozioni. Al 3' Bibione passa in vantaggio: servizio millimetrico di Samoun per il tap-in vincente di Soria. Milano pareggia subito il conto con Benjamin, che riesce a giovare di un errato controllo del pallone da parte di Samsa. Un nuovo colpo di Soria, servito a dovere da Ddi, riporta avanti i veneti. Al 9' si torna in equilibrio. Bruno raccoglie l'invito di Kuman e scaglia un diagonale imparabile per Samsa. La seconda frazione prosegue sullo stesso binario, in un continuo botta e risposta tra Bibione e Milano. Stavolta sono i rossoneri a gonfiare per prima la rete, appena dopo la traversa colpita da Wellington. Nuovo gioco di prestigio di Bruno per il momentaneo sorpasso. L'offensiva di Bibione si ferma ancora sulla traversa, raggiunta dal colpo di testa di Ddi. all'8' il tiro piazzato di Livon rimette le cose in pari. Ci vuole un penalty, trasformato da Benjamin, per tagliare le gambe al team di mister Sabalino. I veneti non mollano ma il tempo a disposizione non consente al Bibione di trovare il colpo prima della fine della seconda frazione. Il traguardo finale si avvicina e la tensione in campo si fa sentire. A pochi minuti dalla ripresa delle ostilità Milano reclama l'intervento dell'arbitro per un duro contrasto tra Soria e Nico, con lo spagnolo ad avere la peggio. Nella circostanza mister Panizza protesta animatamente ed il direttore di gara è costretto ad allontanarlo. E' ancora la traversa a negare a Bibione la rete del pareggio: al 3' Wellington la centra su tiro piazzato. Il buon momento dei veneti viene interrotto dalla terza marcatura in gara di Benjamin. Samoun commette un fallo ingenuo da una posizione ideale per i piedi magici del brasiliano che ha l'occasione di portare Milano a più due. Opportunità sfruttata in pieno e la coppa riprende la strada di Milano per il secondo anno consecutivo.

Finale 3° e 4° posto

TERRACINA - LIGNANO 6-5 d.t.r. (1-3, 3-1)

Terracina: Pepe, Frainetti, D'Amico, Reggio, Juninho, Francois, Anderson, Palmacci, Basquaise, Michella; All. Del Duca
Lignano: Del Mestre, Torres, Biondini, Esposito, Leghissa, Sousa, Ze Maria, Longo, Morassi ; All. Della Negra.
Arbitri: Sarri di Arezzo e Matticoli di Isernia.
Marcatori: 7'pt Sousa (L), 8'pt Longo (L), 9'pt Sousa (L), 10'pt Anderson (T), 9'st Palmacci (T), 11' Juninho (T), 11'st Sousa (L), 11'st Juninho (T)

Terzo gradino del podio conteso da Terracina e Lignano, due formazioni che a dispetto dei traguardi ottenuti nella competizione, si sono fatte apprezzare per il buon gioco espresso e per l'impegno profuso nel rettangolo di sabbia. La prima frazione di gara si mantiene in equità sino al 7'. Torres rompe gli indugi. Servizio al centro dell'area del Terracina dove irrompe Sousa per spedire il pallone in rete. Un minuto dopo Leghissa realizza l'assist per Longo che segna e ringrazia. Al 9' Lignano fa tre con la bordata di Sousa dalla distanza. Rischia ancora il Terracina con il colpo a parabola di Torres che si stampa sulla traversa. Il team di Del Duca limita i danni quasi in chiusura di tempo: tiro libero di Andreson basso e teso, aiutato da un ultimo balzello sulla sabbia che inganna Del Mestre. Nella seconda frazione la sfida di fa tirata. Il Terracina sfodera la sua proverbiale grinta e si getta in avanti cercando la rimonta. Palmacci colpisce un palo in avvio. Le ringhiate di Basquaise e le prodezze di Juninho consentono ai pontini di pareggiare il conto e di giocarsi la medaglia di bronzo dal dischetto. Il francese apre la strada a Palmacci che si avventa come un falco sul pallone per poi scagliarlo in porta. Nell'ultimo minuto due perle del brasiliano di Terracina. In mezzo la rete di Sousa che mantiene in corsa i friulani. Con i tiri di rigore si prosegue ad oltranza, sino all'errore di Ze Maria (o fino alla parata di Del Mestre a seconda del punto di vista) che permette a Terracina di conquistare il terzo posto nella Coppa Italia Enel 2010.


Finale 5° e 6° posto

ROMA - EBOLI 3-1 (2-0, 1-1)

Roma: Spada, Souza, Galli, Staffa, Madjer, Carotenuto, Belchior, Buru, Merola, Pasquali; All. Fruzzetti.
Eboli: Mazzone, Itri, Duda, Di Luca, Di Mieri, D'Elia, Forte, Nicoletta, Nastri, Uliano ; All. Mangeri
Arbitri: Telesca di Campobasso e Scuccimarra di Teramo.
Marcatori: 9'pt Belchior (R), 10' Belchior (R), 7'st Itri (E), 7'st Buru (R).

La Roma centra il quinto posto nella Coppa Italia Enel 2010 di beach soccer. Il team di Fruzzetti, matricola del campionato italiano del calcio di spiaggia, può ritenersi soddisfatto per questo risultato, che acquista maggior valore in rapporto alle sfide affrontate. In particolare il confronto intenso con i campioni in carica del Milano o contro una formazione esperta e tenace come quella di Terracina. Nella gara che assegna il quinto posto, Roma si affida alle sue stelle internazionali per piegare le resistenze di Eboli. Prima fase del match di grande equilibrio. Quando il cronometro ha raggiunto quota cinque minuti, ha inizio il forcing della Roma. Al 6' la conclusione di Madjer dalla distanza che termina di poco a lato, accende la sfida. Un istante dopo Spada è chiamato in causa sul tiro di Nastri, deviando il pallone in angolo. Al 9' i giallorossi passano in vantaggio. Combinazione in palleggio tra Souza e Madjer per la testa di Belchior che conclude a rete. Al 10' discesa sulla sinistra di Madjer ed il conseguente diagonale, costringono Mazzone ad un tempestivo intervento. Nell'azione seguente si concretizza il raddoppio della Roma. Un fallo di mano in area offre ai giallorossi la ghiotta occasione del rigore, che Belchior sfrutta a dovere dopo essersi incaricato della trasformazione. La seconda frazione ricalca lo schema di quella appena conclusa. I ritmi sono contenuti senza per questo oscurare lo spettacolo tipico del beach soccer. ma devono passare sette minuti per vedere nuovamente la palla carambolare in rete. E così Eboli accorcia le distanze: Mazzone rilancia dalla sua area di rigore, la traiettoria del pallone scavalca Buru ma trova la testa Itri che sorprende Spada. Buru si riscatta immediatamente, andando ad incornare il passaggio morbido di Belchior partito dalla fascia destra.

Finale 7° e 8° posto

NAPOLI - CATANIA 3-5 (1-0, 2-5)

Napoli: Salguiero, Galvan, Sinagra, Franceschini, Palma, Hilaire, D'Auria, Maradona, Capuano, Gioielli; All. Amorosetti.
Catania: Caruso, Fazio, Juninho, Platania, Stankovic, Borbone, Romulo, Fred, Gustavo Neri, Scrivano; All. Belluso.
Arbitri: Organtini di Ascoli Piceno e Polito di Aprilia
Marcatori: 3'pt Franceschini (N), 1'st Fred (C) rig., 1'st Maradona (N), 1'st Juninho (C), 4'st Fred (C), 5'st Hilaire (N), 6'st Juninho (C), 10'st Stankovic (C)

Finale 9^ e 10^ posto

BARI - VENEZIA 3-2 d.t.r.(2-1, 0-1)

Bari: Malossi, Ruzzene, Caorlini, Minio, Toffolo, Parolari, Da Lio; All. Damiani.
Venezia: Loconsole, Castelletti, Tangorra, D'Ursi, Catalano, Di Bari, Santoro, Bitetto, Giardino, Illuzzi; All. Sansonetti
Arbitri: Ricchio di Macerata e Viola di Ciampino
Marcatori: 6'pt Ruzzene (V), 7'pt Santoro (B), 10'pt Di Bari (B), 3'st Toffolo (V)

Finale 11^ e 12^ posizione

COLOSSEUM-VIAREGGIO 4-2 (3-0, 1-2)

Colosseum: Quadrini, J. Torres, Bueno, Caretto. C. Torres, Aldair, Sidney, Sabatino, Posado, Saba. All. Cesaria.
Viareggio: Carpita, Belluomini, Marrucci, Romanini, ramacciotti, Di Tullio, Marinai, Fiorentino, Gori, Diridoni. All. Santini.
Arbitri: Balacco di Padova e Valgiusti di Forlì.
Marcatori: 2'pt C.Torres (C), 5'pt Sidney (C), J.Torres (C), 5'st J.Torres (C), 7'st Gori (V), 9'st Gori (V).

Finale 13^ - 14^ posizione

ALMA J.FANO – MARE DI ROMA 5 – 3 (2 – 2,3 – 1)


Alma J. Fano: Fiorelli, Cazzola, Piccillo, Barbadoro, Mazzanti, Donini, Curzi, Dionisi, Borini. All. Barbadoro.

Mare di Roma: Silvestri, Sabatino, Rinaldi, Frezza, Marazza, Mariani, Emidi, Di Marco, Fenu, Martinelli. All. Grieco

Arbitri: D’Oriano (Pisa) e Melfi (Vasto)

Marcatori: pt 1’ Emidi (M), 3’ Donini (A), 4’ Rinaldi (M), 6’ Donini (A); st 2’ Emidi (M), 10’ Curzi (A), 11’ Cazzola (A), 12’ Donini (A)

Finale 15^ - 16^ posizione

GRUMO – CERVIA 5 – 6 d.t.r. (2 – 1, 1 – 2)


Grumo: De Agostini C., Don, Nicoloso, De Agostini A., Cescutti, Russo, Ietri, Barone. All. Del Fabbro

Cervia: Turchi, Casamenti, Toresi, Tirelli, Caroli, Venturi, Miranda, Sacchi, Bucci, Guardini. All.Del Ciondolo.

Arbitri: Gambineri (Arezzo) e Grisci (Tivoli)

Marcatori: pt 4’ Barone (G), 7’ Russo (G), 9’ Casamenti (C); st 1’ Sacchi (C), 9’ Miranda (C), 10’ Russo (G)


IL PROGRAMMA DELLA COPPA ITALIA ENEL 2010

3^ giornata sabato 12 giugno


Tabellone 7°/18° posto

Gare a svolgimento ridotto: 2 tempi da 12'

Grumo qualificata di diritto

Gara 19 Cervia – Sambenedettese 4-2

Gara 20 Alma J. Fano – Viareggio 2-9

Gara 21 Colosseum – Mare di Roma 13-3

Gara 22 Casinò di Venezia -Martos Napoli 0-5

Gara 23 Catania-Bari 5-3


Triangolare A: Milano, Elleci Terracina e Roma

Triangolare B: Eboli, Coil Lignano e Bibione


Triangolari Semifinali 1°/6° posto

Gare a svolgimento ridotto: 2 tempi da 12'

Gara 24 Coil Lignano S. - Eboli 6-1

Gara 25 Bibione – Coil Lignano S.
 5-4 dcr

Gara 26 Eboli – Bibione
 2-5

Gara 27 Milano – Terracina
 4-3

Gara 28 Roma – Milano 5-6

Gara 29 Terracina – Roma 3-2 dcr




4^ giornata domenica 13 giugno



ore 15.15: Finale 15°/16° posto: Grumo - Cervia
5 – 6 dtr

ore 16.00: Finale 13°/14° posto: Alma J. Fano – Mare di Roma
5 - 3

ore 16.45: Finale 11°/12° posto: Viareggio - Colosseum
2 - 4

ore 17.30: Finale 9°(10° posto: 
Casinò di Venezia – Bari 2 – 3 dtr

ore 18.15: Finale 7°/8° posto: Martos Napoli – Ragazzini Generali Catania 3 - 5

ore 19.00:
Finale 5°/6° posto: Roma - Eboli
3 - 1

ore 19.45: Finale 3°/4° posto: Elleci Terracina – Coil Lignano S. 6 – 5 dtr

ore 20.30: Finale 1°/2° posto: Bibione – Milano 3 - 5

Posizioni finali

1^ posto: Milano

2^ posto: Bibione

3^ posto: Elleci Terracina

4^ posto: Coil Lignano

5^ posto: Roma

6^ posto: Eboli

7^ posto: Ragazzini Generali Catania

8^ posto: Martos Napoli

9^ posto: Bari

10^ posto: Casinò Venezia

11^ posto: Colosseum

12^ posto: Viareggio

13^ posto: Alma J. Fano

14^ posto: Mare di Roma

15^ posto: Cervia

16^ posto: Grumo

17^ posto: Sambenedettese

18^ posto: Catanzaro


Classifica marcatori

14reti: Gori (Viareggio);

11 reti: Soria (Bibione);

10 reti: J.Torres

9 reti: Palmacci (Terracina);

8 reti: Juninho (Catania)

7 reti: Sideny (Colosseum), Madjer (Roma);

6 reti: Fred (Catania), Benjamin (Milano)

5 reti: Donini (Fano), Buru (Roma)

4 reti: Ddì (Bibione), Stankovic (Catania), Sacchi (Cervia), C. Torres (Colosseum), Nastri (Eboli), Russo (Grumo), Sousa (Lignano), Bruno (Milano), Maradona Jr (Napoli), Belchior (Roma), Pasquali, Carotenuto (Roma), Juninho (Terracina)

3 reti: Santoro, Giardino (Bari), Danilo (Cervia), Bueno (Colosseum), Nicoletta (Eboli), Curzi (Fano), Nenem, Ze Maria (Lignano S.), Emidi, Frezza e Cioffi (Mare di Roma), Nico (Milano), Pompei (Sambenedettese), Toffolo (Venezia), Marinai (Viareggio);

2 reti: Wellington (Bibione), Gustavo (Catania), Bucci e Damiani (Cervia), Mizio (Colosseum), Duda e Forte (Eboli), Don (Grumo), Esposito, Leghissa, Torres (Lignano S.), Marazza (Mare di Roma), Alan e Casarsa (Milano), Hilaire, Galvan (Napoli), Sousa (Roma), Pezzoli (Sambenedettese), Basquaise (Terracina), Fiorentino (Viareggio);

1 rete: Tangorra, Di Bari, Bitetto e Illuzzi (Bari), Livon, Zonca, Taviani, Samoun e Muratore (Bibione), Tedeschi (Catania), Casamenti, Miranda, Venturi (Cervia), Sabatino (Colosseum), Itri e Panico (Eboli), Cazzola (Fano), Barone, Ietri (Grumo), Longo (Lignano S.), Rinaldi (Mare di Roma), Polastri, Fumagalli, Cataldo e Ghilardi (Milano), Palma , Franceschini, D'Auria (Napoli), Sgammini, Mannocchi (Sambenedettese), Frainetti, François, D'Amico (Terracina), Miceli e Montrone, Ruzzene (Venezia), Marucci, Ramacciotti (Viareggio).

---------------------------

Albo d'oro Coppa Italia

2004: Catania; 2005: Catania; 2006: Milano; 2007: Milano; 2008: Coil Lignano Sabbiadoro; 2009: Milano.

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160