Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Abete: «I premi dell'Italia? Non dipendono dallo Stato»

in

ROMA, 7 giugno - «È video poco decifrabile, ma fare un processo alle intenzione mi sembra esagerato. Le dichiarazioni fatte da Marchisio sono chiare e mi fermerei qui». Il presidente della Figc Giancarlo Abete spiega che quello legato al labiale del giocatore azzurro in un video su Youtube che lo ritrae mentre canta l'inno nazionale prima dell'amichevole con la Svizzera è un «caso inesistente». Nel video si vede Marchisio che, tra la sorpresa di alcuni compagni divertiti, dice qualcosa al momento di cantare il brano 'che schiava di Roma'. Dopo le polemiche su De Rossi ecco quelle sul giocatore della Juventus: «Tra Marchisio e De Rossi è diverso - sottolinea Abete ai microfoni di Radio Anch'io lo sport - De Rossi nella stessa giornata si è scusato e immediatamente giustificato. La situazione di Marchisio mi sembra inesistente, le polemiche nel calcio sono fondamentali ma diamogli il giusto peso».


CALDEROLI? PREMI LEGATI A RISORSE FIFA - «È un dibattito più di politica che di sport in senso stretto, noi siamo in linea con la politica di gestione dei costi del Coni e su questa linea vogliamo andare avanti». Così il presidente della Figc Giancarlo Abete interviene sulla polemica innescata dal ministro della Semplificazione legislativa Roberto Calderoli spiegando che «eventuali premi derivano dalla risorse ricavate dalla Fifa e non avrebbero nessun aggravio sul bilancio dello Stato. Sul problema dei premi - aggiunge Abete ai microfoni di Radio Anch'io lo sport - non si è assolutamente parlato, è un problema che onestamente non è stato affrontato. La federazione - assicura il presidente della Figc - è molto attenta alla gestione del bilancio federale. La dirigenza sportiva è molto attenta agli emolumenti e abbiamo sempre dato il buon esempio». Per quanto riguarda l'allarme sicurezza in Sudafrica «C'è una attenzione notevole - ha spiegato Abete - noi siamo molto tranquilli e sappiamo che tutto quello che è possibile fare sarà fatto».


PIRLO? FIDUCIA IN SUO RECUPERO - «Per Pirlo c'è fiducia e consapevolezza dell'importanza del giocatore. Pirlo tante volte ha fatto la differenza. È determinato a giocare questo mondiale e vediamo strada facendo quali saranno le sue condizioni». Il presidente della Figc Giancarlo Abete è fiducioso sul recupero del centrocampista del Milan e della nazionale infortunatosi al polpaccio. Ai microfoni di Radio Anch'io lo sport il presidente Abete fa un «grosso in bocca al lupo alla nazionale di Lippi» in procinto di partire per il Sudafrica: «abbiamo una grande storia da difendere e cercheremo di farlo con orgoglio. C'è consapevolezza della forza del gruppo ma anche di quella dei nostri avversari».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160