Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

ITALBEACH A MOSCA, DOMANI L'ESORDIO NELL'EUROLEAGUE 2010

Per la squadra di Magrini esordio contro la Polonia nella prima gara della prima tappa del campionato europeo. Al Victory Park di Mosca in programma tre giorni di grande beach soccer.

Mosca, 27 maggio 2010 - La nazionale italiana di beach soccer guidata dal Commissario tecnico Giancarlo Magrini ha raggiunto Mosca dove sarà impegnata nella prima tappa della competizione continentale (28/30 maggio) che porterà alle finali il prossimo fine agosto in Portogallo. La qualificazione per le Super Final, infatti, passa anche per le prestazioni che gli azzurri saranno in grado di sfoderare nelle tre gare in programma nella capitale russa, sommate a quelle che andranno a disputare, dal 2 al 4 luglio, sulla sabbia amica di Lignano Sabbiadoro. L'Italbeach riparte dall'ottimo terzo posto conquistato nel 2009 (sconfitta la Spagna ai rigori nella finale per il bronzo), dietro Portogallo e Russia, ma soprattutto dalla tre giorni di allenamenti intensi (secondo raduno stagionale dopo quello di Cervia di fine aprile) dove l'allenatore romagnolo ha potuto lavorare con la stessa attenzione sull'aspetto atletico e sulle situazioni tattiche. Il training camp svolto sulla spiaggia di Ostia, a Roma, è stato utile, in primo luogo, a far integrare nel gioco azzurro l'unica novità rispetto al gruppo che ha preso parte alla Fifa World Cup di Dubai nello scorso novembre. Felice Pastore, difensore campano dai piedi buoni, è tornato a vestire la maglia dell'Italia dopo alcuni anni di pausa (il suo score personale in azzurro conta 9 presenze ed 1 gol) e si è presentato subito con un entusiasmo ed una voglia di essere protagonista che hanno impressionato il Ct italiano: “L'aver recuperato in pieno giocatori del calibro di Pastore e Corosiniti (quest'ultimo fermato da una serie di infortuni che ne hanno centellinato l'impiego nelle ultime apparizioni, Ndr) ci permette di avere diverse soluzioni di grande qualità, il loro stato di forma mi fa ben sperare; la stagione è lunga e devo necessariamente puntare su un gruppo ampio, nessuno si deve sentire escluso perchè sceglierò di volta in volta in base alla forma di ciascuno”. A pochi giorni dall'inizio del campionato italiano, l'Italbeach esordisce in Euroleague affrontando Polonia, Romania ed i padroni di casa in quella che si annuncia come la rivincita della partita, giocata nell'ultimo Mondiale, e che ha condannato la formazione di Magrini al secondo posto nel girone, quindi all'incrocio impossibile con il pluridecorato Brasile nei quarti di finale. L'obiettivo è quello di ben figurare, ma nessuno si nasconde sulle reali ambizioni della squadra italiana, a cominciare dal capitano Roberto Pasquali: “Il livello del beach soccer internazionale è molto cresciuto negli ultimi anni, ogni partita è una battaglia, ma noi siamo convinti delle nostre capacità e scenderemo in campo per vincere sempre. Speriamo solo di smaltire in fretta il carico di lavoro fisico svolto durante gli allenamenti dei giorni scorsi”. Non resta altro che far parlare la sabbia, la prima sfida ci vedrà contrapposti alla Polonia che nell'ultima stagione ci ha sconfitti per ben due volte (durante l'Eurocup di Roma per 4-3 e nella tappa di Euroleague a Lignano Sabbiadoro per 2-1), prima però di soccombere per 3-2 nella gara più importante durante le Super Final europee a Vila Real de S. Antonio, nella gara che ci ha spalancato le porte per la conquista del terzo posto.

I convocati
Portieri: Stefano Spada, Simone Del Mestre;
Difensori: Michele Leghissa, Giuseppe Platania, Felice Pastore;
Laterali: Simone Feudi, Roberto Pasquali, Francesco Corosiniti;
Attaccanti: Pasquale Carotenuto, Paolo Palmacci.

Lo staff
Capo Delegazione: Alberto Mambelli
Commissario Tecnico: Giancarlo Magrini
Team Manager: Ferdinando Arcopinto
Segretario: Alberto Branchesi
Collaboratore tecnico: Davide Bertaccini
Medico: Daniele Cucchi
Fisioterapista: Giacomo Anibaldi Ranco
Magazziniere: Sandro Della Pelle

Il programma gare della tappa di Mosca

Venerdì 28 maggio - Gruppo A: Italia-Polonia h 15:15, Romania-Russia h 16:30 - Gruppo B: Grecia-Israele h 14:00*

Sabato 29 maggio - Gruppo A: Italia-Romania h 15:30, Polonia-Russia h 16:45 - Gruppo B: Germania-Israele h 14:15*

Domenica 30 maggio - Gruppo A: Polonia-Romania h 15:15, Italia-Russia h 16:30 - Gruppo B: Germania-Grecia h 14:00*

*ora italiana – l'evento sarà seguito dalle telecamere di Eurosport

Euroleague, la formula – L’Euroleague è il campionato europeo di beach soccer promosso dalla Beach Soccer World Wide, l'organismo che sovrintende, in sinergia con la Fifa, l'organizzazione delle competizioni continentali. La formula dell'edizione 2010 è uguale a quella dell'anno passato che prevede la suddivisione dei team europei in due raggruppamenti. Le 20 Nazionali sono così suddivise: nel Gruppo A le 8 migliori formazioni del ranking, secondo i risultati degli ultimi anni, e nel gruppo B (le altre 12 iscritte), che daranno vita, fino a fine agosto, a 5 eventi tra Russia (Mosca 28/30 maggio), Francia (Marsiglia 35/27 giugno), Italia (Lignano Sabbiadoro 2/4 luglio), Spagna (Castellon de la Plana 30 luglio/1 agosto) e Portogallo (Lisbona 26/29 agosto). Per quanto riguarda il gruppo A, il roster prevede Italia, Romania, Russia, Polonia, Spagna, Portogallo, Svizzera e Francia, mentre la composizione del gruppo B prevede Grecia, Bielorussia, Germania, Israele, Norvegia, Turchia, Azerbaijan, Olanda, Inghilterra, Andorra, Repubblica Ceca ed Ungheria. Le formazioni del gruppo saranno impegnate in due eventi dei quattro previsti per la qualificazione alle Super Final di fine agosto. Ogni nazionale prende parte a sei gare (3 per tappa) con avversari sempre diversi, si qualificano le cinque in classifica (più la nazione ospitante). Parallelamente si svolgono anche le gare valide per il campionato cadetto, il gruppo B: in questo caso le squadre partecipano però solo ad una tappa (nelle stessi sedi del gruppo A), in ciascuna delle quali vengono concentrate tre squadre che si affrontano anch’esse in un torneo all’italiana. Le quattro vincenti dei rispettivi tornei, più la migliore seconda e l’ultima della classifica finale del gruppo A, accederanno anch’esse a Vila Real per un torneo che metterà in palio una promozione al principale nel 2011.

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160