Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Quattro giornate a Totti per il calcio a Balotelli

in

ROMA, 10 maggio - Il giudice sportivo ha punito Francesco Totti con quattro giornate di squalifica per il calcio a Balotelli durante la finale di Coppa Italia tra Roma e Inter. Una giornata di stop anche per Mario Balotelli. Lo ha deciso Giampaolo Tosel, sanzionando l'attaccante nerazzurro «per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara» durante la finale del 5 maggio scorso. Un turno di squalifica, sempre per proteste, (già diffidato) per Christian Chivu. I quattro turni di stop, più l'ammonizione, sono stati comminati a Totti per il brutto fallo su Balotelli. Il giudice nella motivazione scrive che la squalifica è stata data «per comportamento scorretto nei confronti di un avversario», «per avere al 43' del secondo tempo, nel corso di un'azione di gioco con il pallone non raggiungibile, colpito intenzionalmente un avversario con un calcio ad una gamba».


LE MULTE - Multa a inibizione per Gabriele Oriali. Il giudice sportivo, Giampaolo Tosel, ha sanzionato il dirigente dell'Inter con lo stop a svolgere ogni attività in federcalcio e a rappresentare la società in ambito federale fino al 30 giugno prossimo. Il provvedimento nei confronti di Oriali, che dovrà pagare anche un'ammenda di 15mila euro, è scattato perchè il dirigente nerazzurro, nel corso della finale di Coppa Italia del 5 maggio scorso, ha «nel corso del primo tempo, quale dirigente addetto all'Arbitro, contestato reiteratamente l'operato del direttore di gara con atteggiamenti plateali e per avere, al rientro negli spogliatoi rivolto all'arbitro con tono arrogante espressioni ingiuriose, provocando in tal modo anche un alterco con altre persone presenti; con recidiva reiterata specifica; infrazione rilevata anche dal Quarto Ufficiale e dai collaboratori della Procura federale». Per quanto riguarda le società, il giudice ha inflitto una multa di 40.000 euro alla Roma «per avere i suoi sostenitori, al 49' del primo tempo ed al 42' del secondo tempo, indirizzato ad un calciatore della squadra avversaria cori costituenti espressione di discriminazione razziale; per avere lanciato tre petardi nel recinto di gioco e tre bottigliette, e fatto esplodere, nel proprio settore, numerosi petardi e acceso fumogeni; per avere infine omesso di impedire, al termine della gara, l'intrusione nel recinto di gioco di un suo sostenitore, fermato dagli addetti alla sicurezza nella zona centrale del campo». L'Inter dovrà invece pagare 2.500 euro per i bengala accesi dai tifosi nerazzurri al 44' del secondo tempo.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160