Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Reja: «Lazio, scordiamoci il derby. Ora sotto con il Genoa»

in
.

ROMA, 24 aprile - Dimenticare la sconfitta nel derby e andare a Genova per strappare almeno un punto ai grifoni di Gasperini. Alla vigilia della trasferta del 'Luigi Ferraris', il tecnico della Lazio Edy Reja detta le linee guida che la formazione biancoceleste dovrà seguire per non incappare nell'ennesimo passo falso. «Il derby è un capitolo chiuso - le parole dell'allenatore in conferenza stampa - È un pensiero lontano, certo resta il rammarico per l'ottima prestazione fatta, ma noi dobbiamo continuare di questo passo. La squadra è in ottima condizione, sta bene mentalmente, ha trovato equilibri importanti. Contro il Genoa abbiamo bisogno di minimo un punto». «GARA FONDAMENTALE» - Anche perchè c'è ancora una salvezza da conquistare e un finale di stagione da vivere senza troppi patemi d'animo. «La Lazio deve avere grandi motivazioni - ha sottolineato Reja, spedendo un messaggio chiaro ai propri giocatori -. Per noi è una gara di fondamentale importanza, da qui alla fine dobbiamo fare più risultati possibili. Non basta puntare sulle ultime due partite, perchè non ti regala niente nessuno, bisogna cercare di fare punti subito». Uscire con un risultato positivo da Marassi, però, non sarà facile. E Reja questo lo sa bene: «Il Genoa è una squadra che pressa molto, tiene ritmi altissimi spinto da il suo pubblico, sta a noi chiuderli all'inizio dell'azione. Dobbiamo dare il 100 per cento delle nostre possibilità: se questo avvenisse ce la andremo a giocare anche a Genoa, tra l'altro ultimamente fuori casa abbiamo sempre fatto bene». «FLOCCARI SERENO, RIGORI SI POSSONO SBAGLIARE» - Per quanto riguarda la formazione, il tecnico della Lazio confermerà il 3-5-2 visto nelle ultime uscite e, in attacco, darà spazio ancora alla coppia Rocchi-Floccari, nonostante l'errore dal dischetto nel derby di quest'ultimo. «Ma Sergio sta bene. I rigori li sbagliano tutti, non si può valutare il valore di un giocatore da questo. Penso sia recuperato del tutto. In quella circostanza ha pagato la responsabilità, ma il discorso è finito, ora è di nuovo al cento per cento». Ancora panchina quindi per l'argentino Zarate: «Con me tutti hanno la possibilità di mettersi in evidenza, di lavorare, ma poi faccio delle scelte. Io vado avanti per la mia strada». La stessa che i tifosi della Lazio si augurano conduca al più presto alla matematica salvezza.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160