Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Il plurigiudicato e condannato (fino a prova contraria) Tavecchio davanti alla VII commissione del Senato.

Sulle piazze romane.

Giorni fa il ragionier Tavecchio, lo stesso con una fedina penale storica da far rabbrividire (almeno finchè non smentisce) si presenta alla VII commisione del Senato per presentare la sua proposta di legge per il dilettantismo. Facciamo notare che si è recato di sua iniziativa, e finchè non c'è un comunicato che lo affermi, senza il mandato di Petrucci o di presidenti di altre federazioni. Come si sa, è andato a chieder soldi, (visto che siamo uno stato ricchissimo) chiedendo il pagamento della visita medica per due categorie. Dubitiamo che si sia soffermato nell'evidenziare che nel suo progetto di legge c'è la costituzione di una banca sanitaria  con la storia sanitaria di ogni atleta dilettantistico, tenuta e conservata da organi regionali. Dubitiamo anche che abbia fatto intendere che tra i pericoli di questa iniziativa ci sia la costante violazione alla privacy ed il pericolo di girare le informazioni alle società assicurative (no non in forma gratuita). A proposito di assicurazioni, sicuri di aver chiarito tutto?

Petrucci e Abete, a meno che non vi sia un comunicato congiunto a riguardo e non a firma LND, non si sono recati in Piazzale Flaminio solo per ammirare i muri della sede. Chissà perchè oggi sul nuovo sito della lnd (che tristezza il pallone e la storia sportiva fatta da migliaia di persone in questi anni sono stati cancellati da un pupazzetto, come se fossimo a Mirabilandia), sul sito Lnd dicevamo, appare un trafiletto che giustifica la visita di Petrucci e Abete. Ma se non c'è nulla da giustificare, perchè scrivere? Forse lo leggeremo su uno dei giornali che percepiscono i contributi della Lnd. A proposito, ma in via Allegri lo sapevano? E sanno chi si cela dietro il nome di uno pseudonimo?

Fonte: 

Redazione

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160