Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Finisce in parità il derby tra Gaeta e Latina

Padroni di casa bravi a rimontare il doppio svantaggio

GAETA - Il Latina torna da Gaeta con un pareggio (2-2) che porta a 8 la striscia di risultati positivi, ma non permette alla squadra del capoluogo di rosicchiare punti sulle squadre che la precedono in classifica. In casa nerazzurra c´è la soddisfazione per l´ennesima buona prova, ma il rammarico per non aver saputo gestire i due gol di vantaggio. Infatti al 24´ del primo tempo l´undici di Raggi era già avanti 2-0 grazie alle reti di Cinelli e Tirelli, poi Speranza al 28´ e Marzullo nella ripresa hanno messo le cose a posto per il Gaeta: una volta raggiunta la parità a rendersi pericolosi sono stati proprio i biancorossi che hanno giocato, comunque, la parte finale del match con l´uomo in più alla luce dell´espulsione per proteste di Gasperino Cinelli.
 
LA CRONACA
Raggi schiera il suo Latina con il consueto 4-2-3-1: Maiorani tra i pali, linea di difesa composta da Santu , MAriniello, Tarantino e Facci, in mediana Napolioni e Giacinti (Caputi è indisponibile e Festa, alle prese con la lombo sciatalgia, parte dalla panchina), i tre trequartisti sono Cinelli Ricciardi e Tirelli, in avanti Basilico. I primi 10´ del match sono di sostanziale equilibrio, poi la prima squadra a mettere la testa fuori dalla propria metà campo è il Latina che al 14´ passa in vantaggio: Facci spedisce in area un calcio di punizione battuto dal versante di destra, palla rasoterra sul primo palo che Cinelli impatta di prima intenzione e manda alle spalle di Campironi con un piattone preciso che si infila nell´angolino basso alla sinistra del portiere di casa. Il Gaeta accusa il colpo e il Latina ne approfitta: è il 24´ quando lo scatenato Cinelli crossa in area e trova la testa di Tirelli, il baby nerazzurro solo soletto insacca per il 2-0. Il Latina è padrone del campo, il Gaeta è frastornato, ma trova la forza di accorciare le distanze al 28´, quando Speranza raccoglie un angolo di Marzullo, vince un rimpallo, e spara un destro da distanza ravvicinata che non lascia scampo a Maiorani. Fino al 45´ di azioni pericolose non se ne vedono più e si va a riposo con in nerazzurri avanti 2-1.
Il secondo tempo inizia con il Gaeta in forcing: già al 1´ è Gambino a rendersi pericoloso con una spettacolare rovesciata che termina però in fallo di fondo. Al 7´ è ancora Gambino a sgusciare via, ma il suo destro finisce ancora una volta sopra la traversa della porta nerazzurra. Al 15´ si fa applaudire Maiorani con un´uscita bassa con cui sradica il pallone dai piedi di Recchia lanciato a rete. Poi la pressione del Gaeta cala e i nerazzurri non subiscono più come nella parte iniziale della ripresa, anche se in avanti restano comunque inoperosi. A regalare il pareggio al Gaeta, quindi, serve un´invenzione di Flavio Marzullo: è il 28 e il numero 10 biancorosso infila Maiorani con un calcio di punizione dal limite, concesso per un fallo dubbio di Tarantino su Gambino. Il pareggio del Gaeta fa saltare i nervi a Cinelli che, 1´ dopo il gol di Marzullo, si fa espellere per proteste. Un´ingenuita che lascia il Latina in inferiorità numerica nel momento più importante del match e permette al Gaeta di crederci: al 33´ Gambino, dopo un liscio di Tarantino, si ritrova la palla tra i piedi a tu per tu con Maiorani, ma fortunatamente per i nerazzurri non inquadra la porta e spara alle stelle. A quel punto Raggi decide di inserire Roberto Festas al posto dello stanco Napolioni e il centrocampista ex Gaeta si mette a disposizione della squadra con la sua solita intelligenza tattica: i nerazzurri riescono a tenere palle, il pressing del Gaeta pernde di intensità e la partita scivola via verso i minuti finali. L´ultima grossa occasione della partita è addirittura dell´undici di Maurizio Raggi: Giacinti si incunea tra le maglie biancorosse, ma al momento di concludere a rete viene anticipato da uno strepitoso Di Pietro. La gara, quindi, si chiude dopo ben 8´ di recupero sul 2-2, un 2-2 giusto e arrivato al termine di una gara ben giocata da entrambe le squadre e, soprattutto, molto corretta.

 

 

Fonte: 

Comunicato Stampa

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160