Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Il Gruaro due volte sotto trova il pareggio con un buon Mestre

A.C. MESTRE – A.C.D. GRUARO 2 – 2

MESTRE-Se mettessimo sui due piatti di una bilancia i gol del Mestre e quelli del Gruaro, pur essendo due per parte forse il piatto biancorosso penderebbe leggermente di più. Questo perché il Gruaro ha dovuto inseguire in entrambe le frazioni di gioco, ma alla fine dei 90 minuti il pareggio continua a sembrare il risultato più corretto.
La prima frazione. Buona la partenza del Mestre che cerca fin dalle battute iniziali di prendere in mano il pallino del gioco lavorando sugli esterni: per tutto il tempo in cui resteranno in campo Lamberti e Gustavo Capellino risulteranno delle vere spine nel fianco quando con la loro velocità puntano gli avversari. Al 6' minuto la prima occasione porta già al vantaggio mestrino: Comelato scodella al centro per Bellemo che lasciato tutto solo ringrazia per la libertà e gira di testa verso la porta ma Gobbato si supera e respinge con un grandissimo colpo di reni, Nordio ci riprova ma sbatte ancora contro il muro eretto dall'estremo difensore gruarese che però si deve arrendere all'ennesimo tentativo di Bellemo che da due passi raccoglie la respinta e spinge in fondo al sacco. A questo punto una domanda sorge spontanea … e la difesa biancorossa? Sonno profondo. Ma il Gruaro sa di poter far affidamento su un attaccante-operaio come Nicodemo, reduce da una super-tripletta, in continuo movimento per aggredire il minimo spazio concesso dalla difesa arancio-nera. E' lui che, ricevuto al 18' il pallone lateralmente sulla destra, sta cercando lo spazio per il cross; appena vede uno spiraglio cerca di mettere in mezzo ma la traiettoria viene interrotta dal tocco di mano di un difensore, forse Bruno Capellino. La distanza è molto ravvicinata, ma l'arbitro si dirige senza alcun dubbio verso il dischetto. Si incarica della battuta lo stesso Nicodemo, che angola sulla destra battendo Bozzato, che sceglie l'angolo opposto. Grazie al pareggio il Gruaro sembra prendere coraggio dopo almeno un quarto d'ora in cui faticava ad uscire dalla sua trequarti. Al 23' altro pisolino della difesa gruarense che abbandona Nordio e Bellemo al loro destino ma i due si ostacolano al momento della conclusione. Entrambe le difese si affidano spesso a dei rilanci lunghi, ma a trarne giovamento sembrano di più gli ospiti che tentano di dirigere il pallone sempre dalle parti di Nicodemo; quando il Mestre è in possesso palla cerca anche di approfittare dell'abilità nel dribbling di Cavalcabue il quale spesso è causa di problemi per gli avversari creando superiorità numerica sulla trequarti. Al 32' Nicodemo, sempre lui, pesca Trevisan in area, bravissimo a far da torre per Gardin il quale però spara alto. Altro cross del 9 gruarense al 36' che questa volta serve Michele Bompan il quale in tuffo di testa non riesce ad imprimere potenza alla sfera. Dopo la mezz'ora Dal Compare tenta di dare una rinvigorita all'azione offensiva invertendo i due esterni - che resteranno così disposti anche durante la seconda frazione di gioco – ma nulla cambia e si rientra negli spogliatoi.

La ripresa. Al 3' Michele Bompan calcia verso la porta di Bozzato: la potenza c'è, manca la precisione. Al 5' Nordio pesca con un filtrante alto Bellemo che calcia sul primo palo ma Gobbato risponde mettendo in corner. Al 10' il raddoppio del Mestre: Cavalcabue torna indietro servendo al centro Bruno Capellino che vede ben posizionato al limite dell'area Gustavo Capellino, lo serve e si propone, l'esterno chiude l'uno-due e Bruno calcia di prima dal limite trovando un gol splendido con la palla che scavalca Gobbato il quale può solo seguire con gli occhi la sfera mentre si infila all'incrocio dei pali. Gruaro di nuovo sotto e costretto ad inseguire. Al 14' però è ancora Mestre: verticalizzazione di Bellemo per Lamberti, partito in posizione regolare, Gobbato costretto ad uscire dai pali in scivolata al limite dell'area, il rimpallo che ne nasce favorisce il centrocampista arancio-nero che disturbato da un difensore non riesce a correggere in rete la palla sporca. Al 18' mister Florian tenta il tutto per tutto togliendo un centrocampista ed inserendo un'altra punta. Nicodemo, Gardin ed ora anche Milanese sono gli uomini scelti per l'arrembaggio. Prima della mezz'ora il terreno pesante miete le prime vittime, Lamberti è costretto a chiedere il cambio. Il Gruaro continua a crederci e viene premiato: al 30' lancio in area in direzione di Nicodemo, Bianco sembra in anticipo ma il capitano commette uno dei pochi errori della sua gara lisciando l'intervento, l'attaccante approfitta della situazione e fa sua la sfera, mira e spara un rasoterra sul quale Bozzato nulla può. Pareggio. C'è ancora il tempo per un'ultima occasione al 39' con Tonini che spara alto di sinistro da buona posizione. Giusto epilogo di una gara equilibrata.

Proteste dei padroni di casa in occasione del rigore a causa della distanza ravvicinata tra Nicodemo e il giocatore che ha toccato di mano. Qualche contestazione anche al termine dell'incontro ma probabilmente più dovuta all'amarezza per essere andati in vantaggio due volte ed essersi fatti raggiungere. Al Gruaro il merito di non aver mollato, ed in particolare con un gioco di parole si può parlare di un Nicodemo da Oscar, vista la doppietta di oggi e la tripletta di domenica scorsa, 38 anni e non sentirli!

MARCATORI: 6'pt Bellemo, 18'pt Nicodemo (Rig.), 10'st Capellino B., 30'st Nicodemo

MESTRE: Bozzato, Tiozzo, Comelato, Capellino B., Baù, Bianco, Lamberti (32'st Tonini), Nordio, Bellemo (44'st Bollani), Cavalcabue, Capellino G. Allenatore Dal Compare. A disposizione Callegari, Ballarin, Vairo, Scatola.

GRUARO
: Gobbato, Moro (18'st Bompan F.), Villa, Fantuzzi, Bergamo, Pettovello, Sartori (18'st Milanese), Bompan M., Nicodemo, Gardin, Trevisan. Allenatore Flaborea. A disposizione Florean, Carrer, Populin, Dodorico.

ARBITRO: Pozzobon di Treviso
ASSISTENTI: Pasquale di San Donà di Piave e Moro di Padova.
NOTE. Ammoniti Bozzato; Moro, Gardin. Recupero 0'pt, 3'st. Spettatori 40 circa.

Fonte: 

A. R. Tonon; venetogol.it

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160