Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Il Matera cede in casa, tris del Pianura

Sesta vittoria consecutiva per gli uomini di Gargiulo

MATERA - I numeri dicevano Pianura. Nella difficile trasferta materana anche la matematica era dalla parte dei biancoazzurri. Il Matera, infatti, nelle mura amiche non ha raccolto grandi soddisfazioni con sei punti raccolti in cinque gara, sette reti fatte e ben nove subite. Ben altre cifre numeri quelle del Pianura che arrivava allo stadio “XXI Settembre”con una striscia positiva fatta di un pareggio, contro il Pomigliano, e ben cinque vittorie consecutive. A volte la matematica e le statistiche non dicono nulla, altre volte, come oggi, dicono tutto e così il Pianura infila la sesta vittoria consecutiva piegando un avversario di rango come il Matera e, soprattutto, dominando in lungo ed in largo un match che ha visto i napoletani protagonisti di una gara sontuosa. Gargiulo resta fedele alla massima di Boskov, squadra che vince non si cambia, ed allora solito 4-4-2 e stessi undici uomini che hanno vinto sette giorni fa al Simpatia contro l’Angri. Mister Giusto  perde Salemme per febbre, al suo posto sull’esterno destro c’è Diop, e preferisce affidarsi al 3-4-1-2 con Campo dietro le punte Albano e Genchi. I padroni di casa cercano una partenza sostenuta, così gli azzurri provano a produrre subito delle azioni pericolose ma Allocca e compagni si difendono bene e ripartono. È così che al 5′ i biancoazzurri passano: palla per Sibilli che si invola entra in area e calcia verso la porta, la sfera viene deviata da Conte diventando imprendibile per Cottet che viene scavalcato dal perfido pallonetto. Il Pianura è autoritario e riesce a gestire gioco e pressioni dei padroni di casa che all’ottavo minuto perdono per infortunio Conte. Mister Giusto allora decide di ridisegnare la squadra in campo: dentro De Vecchis per Conte e 4-3-3 con Albano e Genchi che vengono affiancati dal nuovo entrato e Leta che diventa terzino destro. Il Pianura ci prova dalla distanza con una punizione di Mattera, il suo siluro dai 30 metri non inquadra il bersaglio. Il Matera non riesce a mordere così sono gli ospiti ad agevolare gli azzurri di casa: Letizia stende De Vecchis, punizione di Mazzoleni, sbuca Momo Diop che gira in rete la sfera del pari. Doccia fredda per gli uomini di Gargiulo. Una grande squadra non si perde d’animo e non si disunisce, il Pianura dimostra di esserlo proprio al cospetto di una rivale come il Matera. Pressing e sfera che viaggia veloce, il Pianura ci crede e comincia a prendere la mira con Manzo, la sua punizione termina fuori. Al 21′ riecco i padroni di casa, la stoccata di Genchi è potentissima ma Despucches non è da meno e respinge da par suo. Due minuti dopo è Galdean che mette i brividi a Cottet, il suo sinistro sfiora l’incrocio. Gli ospiti giocano in scioltezza, Sibilli se ne va e viene atterrato. Manzo batte la punizione dal limite, la sua parabola si stampa sul palo con Cottet immobile. Il Pianura ci crede, Galdean lustra gli occhi dei presenti con un altro tiro di un nulla fuori. Il momento è favorevole, il gol è nell’aria ed ad annusarlo per primo è Ausiello che lanciato in area fredda nuovamente Cottet con un pallonetto. Neanche un giro di lancette ed il Pianura è nuovamente all’attacco, Sibilli se ne va sulla destra, semina il panico, si accentra e calcia verso la porta, sfera che muore sul fondo dopo aver sfiorato il palo. Il Pianura va a riposo dopo aver dominato il Matera. Nella ripresa la musica non cambia, il Pianura fa la gara ed è ancora Manzo su punizione al 7′ a sfiorare la marcatura. Gli ospiti cercano sapientemente di abbassare il ritmo, il Matera dal canto suo si sforza di ripresentarsi dalle parti di Despucches ma non ci sono valide manovre di gioco a supportare i tentativi degli azzurri. La gara si chiude, così, al 18′: ancora una punizione dal limite e questa volta Tommaso Manzo disegna una parabola che scavalca la barriera ed invia la sfera a far l’amore con l’incrocio dei pali. Non è finita, ancora biancoazzurri in avanti, 20′, con Sibilli che da distanza ravvicinata chiama Cottet al miracolo. Al 29′ Gargiulo toglie Manzo e manda in campo il regista Acampora. Pianura che non ha più intenzione di spingere sull’acceleratore e finisce la gara controllando un Matera che non riesce più a rendersi pericoloso dalle parti di Despucches.

MATERA-PIANURA 1-3

MATERA (3-4-1-2): Cottet; Conte (9′ pt De Vecchis), Scudieri, Leta; Martinelli (1′ st Martone), Bartoli, Diop (1′ st D’Amanzo), Mazzoleni; Campo; Albano, Genchi. All. Giusto.
PIANURA (4-4-2): Despucches; Carbonaro, Allocca, Mattera, Letizia; Ventre (34′ st Improta), Ausiello, Galdean, Sibilli; Manzo (29′ st Acampora), Del Sorbo. All. Gargiulo.
ARBITRO: Trasarti di Teramo.
RETI: 5′ pt Sibilli, 14′ pt Diop, 38′ pt Ausiello, 18′ st Manzo.
NOTE: Cielo nuvoloso ma niente pioggia sul “XXI Settembre - Franco Salerno”. Spettatori circa 1000. Ammoniti: Letizia, Manzo, Diop, Ausiello. Angoli: 3 a 3. Recupero: 3′ pt e 5′ st.

Fonte: 

Marco Pompeo

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160