Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Mirko Taccola lascia l'ACR Messina

Ultima seduta di allenamento questa mattina

L'ex calciatore della Paganese ha interrotto la sua avventura in riva allo Stretto dopo un colloquio con i vertici della società peloritana. Il neo-tecnico Eugenio Labonìa domenica contro la Viribus Unitis dovrà rinunciare anche all'infortunato Nuccio ed agli squalificati Cardia, Sabatino e Quinto.

Ultima seduta di allenamento in città questa mattina per l'ACR Messina, che in serata partirà alla volta della Campania, dove domani pomeriggio la squadra sosterrà la seduta di rifinitura.
Domenica a Somma Vesuviana è in programma infatti la sfida con la Viribus Unitis, diretta concorrente nella corsa salvezza, obiettivo obbligato per una formazione che ha deluso ampiamente le aspettative della proprietà ed è sprofondata nei bassifondi della graduatoria.
I peloritani sperano di interrompere la striscia di quattro sconfitte consecutive che hanno convinto il tecnico Pietro Infantino ed il suo successore Sergio Pirozzi alla rinuncia. A colpire in particolare l'addio del tecnico laziale, che dopo appena 48 ore in riva allo Stretto ha preferito rinunciare al progetto ed alla firma con l'ACR.
Alle assenze degli squalificati Cardia, Sabatino e Quinto nelle ultime ore si è aggiunta anche l'indisponibilità dell'infortunato Nuccio e soprattutto quella del centrale difensivo Mirko Taccola, che ha preferito lasciare Messina. L'atleta ha deciso di interrompere il proprio rapporto con la società. La decisione è maturata dopo un colloquio con i vertici del sodalizio peloritano, poco soddisfatti dal suo rendimento.
Il calciatore milanese l'anno scorso era stato tra i protagonisti della salvezza conquistata dalla Paganese nel torneo di Prima Divisione, nel quale aveva collezionato 28 presenze, realizzando anche una rete. Taccola non è riuscito in alcun modo a ripetersi in una categoria inferiore. Ha pesato probabilmente anche la carta d'identità, se si considera che è un atleta classe 1970. Domenica ad Acicatena una sua indecisione si è rivelata fatale. Ed anche nel match con l'Hinterreggio non aveva certo impressionato.
Il centrale difensivo, al pari del collega di reparto Crisafulli e del centrocampista Nardoni, mai impiegati in un match ufficiale, è uno degli atleti "epurati", che pagano il pessimo avvio di stagione della squadra, che fin qui ha conquistato soltanto un successo e quattro pareggi nelle prime nove giornate.
Questa nuova defezione complica quindi ulteriormente il lavoro del neo-tecnico Eugenio Labonìa. Che sarà privo di ben cinque elementi ed in difesa potrà contare soltanto su un "over" (Romeo) e su cinque "under" (Altobello, Olivieri, Apicella, D'Angelo e Buonocore, quest'ultimo mai sceso in campo fino ad oggi). Appare ulteriormente indebolita sia dal punto di vista numerico che qualitativo la già poco convincente retroguardia peloritana, che ha incassato 15 reti nelle prime nove giornate. Soltanto Viribus Unitis e Castrovillari, con 17 gol al passivo, hanno fatto peggio.

 

Fonte: 

messinasportiva

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160