Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

TORNEO INTERNAZIONALE ROMA CAPUT MUNDI: FINALE ROMANIA-UNGHERIA. ...

La selezione azzurra guidata da Giancarlo Magrini saluta il Roma Caput Mundi battendo la Slovenia. Nel primo appuntamento stagionale ha confermato l'impegno della LND nella valorizzazione dei giovani. Mambelli: “Il nostro obiettivo è quello di confrontarci con avversari di livello. In questo modo si cresce”.

Ciampino (RM), 15 marzo 2012 – L'Italia saluta la sesta edizione del Roma Caput Mundi battendo la Slovenia per 1-0, grazie alla rete siglata da Daniele Crescenzo in avvio di ripresa, e chiude al secondo posto nel gruppo A dove era stata inserita. Un bottino di due vittorie ed una sconfitta (subita con l'Ungheria finalista del torneo con la Romania), con l'ultima gara della fase a gironi giocata con grinta e determinazione. Un incontro che è servito al ct azzurro Giancarlo Magrini per compiere alcuni esperimenti e per dare il dovuto spazio a tutti i giocatori, selezionati tra le classi '93 e '94 dei campionati di Serie D ed Eccellenza per prendere parte alla manifestazione internazionale organizzata dal Comitato Regionale Lazio della LND. Nonostante la delusione per il mancato accesso alla finalissima, in programma sabato al campo “Anco Marzio” di Ostia (ore 10.30), le due formazioni si sono affrontate con ardore, dando vita ad un match vivace ed abbondante per intensità agonistica. Il campo alla fine premia gli azzurrini della LND che hanno costruito tanto gioco e tante occasioni. A risolvere tutto è l'assist di Gadda per la testa del numero 10 Crescenzo, talentuoso centrocampista dell'Atletico Arezzo. Ma per la comitiva azzurra i motivi per sorridere non finiscono qui. Il progetto avviato già dalla scorsa stagione e che prevede un calendario stagionale più compresso ma allo stesso tempo più impegnativo per il valore degli avversari individuati, ha trovato ancora una volta l'apprezzamento degli addetti ai lavori ed ha lasciato allo staff tecnico delle precise indicazioni per il futuro. “Lo scopo è quello di offrire ai nostri giovani delle occasioni di confronto importanti – ha affermato deciso Alberto Mambelli, vicepresidente vicario della LND e responsabile delle rappresentative nazionali – misurandoci con avversari di livello e con scuole calcistiche differenti possiamo permettere a questi ragazzi di vivere dei momenti di crescita reali, sia sotto il profilo tecnico sia sotto quello umano”. In perfetta sintonia con le parole del dirigente suona il giudizio del commissario tecnico Giancarlo Magrini che ha tracciato le linee di un primo bilancio rispetto all'attività della selezione LND. “Non serve a nulla organizzare amichevoli e partecipare a competizioni dove il tasso qualitativo delle squadre non sia alto – ha specificato l'allenatore azzurro – per realizzare dei progressi servono delle sfide impegnative. Solo così il risultato finale, qualunque esso sia, acquista un valore concreto. Ai giovani non serve pavoneggiarsi con facili vittorie, serve invece affrontare confronti difficili per provare a diventare dei calciatori. Sono contento di aver preso parte al Roma Caput Mundi perché il livello dei partecipanti corrisponde ai nostri criteri”. La stagione della Nazionale Dilettanti prosegue ora con la preparazione al Torneo Internazionale Under 18 che, come di consueto, si svolgerà in Umbria alla metà di maggio. Prima di questo ultimo ed importante appuntamento, gli azzurrini della LND saranno in aprile a Telki per uno stage con la nazionale under 18 dell'Ungheria, la stessa affrontata al Roma Caput Mundi e che si sta preparando per i campionati europei di categoria.


LA GARA – L'Italia parte baldanzosa e attenta. Ma è la Slovenia a costruire la prima azione importante con Palcic che, servito in corsa all'altezza del vertice destro dell'area, indirizza un diagonale verso la porta azzurra. Il tiro manca di potenza e precisione e Bazzicchetto controlla la sfera sfilare sul fondo. L'Italia risponde al 9' con una bella percussione orchestrata da Crescenzo che però non trova la degna conclusione per il provvidenziale intervento del portiere sloveno Barkucic. Il match è vivace ma sembra mancare la necessaria precisione negli ultimi metri. Al 15' l'Italia guadagna una punizione da posizione interessante, adatta alle doti balistiche di Crescenzo. Il numero 10 azzurro scodella un pallone in area con precisione millimetrica, ma l'assistente segnala la posizione di off-side di Albrizio, saltato in cielo per colpire il pallone con la testa. Al 23' un intervento falloso su Gattoni ad opera di Roic (ammonito nella circostanza) genera l'occasione più insidiosa per l'Italia: punizione da centrocampo di Masiello per il tap-in di Metta; Barkucic sbaglia l'uscita e ci vuole un miracolo di Dobrovolic sulla linea per evitare che la palla finisca in rete. Al 35' Albrizio viene nuovamente fermato per presunta posizione irregolare, dopo aver ricevuto un'apertura invitante di Crescenzo. E' l'ultimo sussulto dei primi quaranta minuti del match. La ripresa si apre con l'Italia subito protesa in avanti alla ricerca del gol. Al 4' Metta spreca una ghiotta opportunità calciando alto da buona posizione. Al 6' Crescenzo impegna Barkucic che si salva in angolo con un volo plastico. Magrini da il via ai cambi. Dentro Tozzi, Taverna e Gadda per un'Italia a trazione anteriore. Proprio Gadda colpisce il palo pochi secondi dopo il suo ingresso in campo. Tozzi prova a ribadire ma la difesa slovena riesce a liberare alla meno peggio. Il vantaggio è nell'aria. Al 9' Gadda realizza il cross per testa di Crescenzo che incorna sotto-misura. La gara aumenta d'intensità e gli azzurri continuano a spingere. Al 33' Tozzi s'invola sulla fascia sinistra, penetra in area e conclude a fil di palo. L'Italia chiude in avanti dopo aver respinto con personalità le ultime iniziative della Slovenia.


--------------------------------------------------


ITALIA DILETTANTI U18-SLOVENIA 1-0
Italia (4-3-3): Bazzicchetto (Sacilese), Giorgini (Ravenna), Poponcini (Baldaccio Bruni), Masiello (Pisticci) dal 23'st Bonotto (Sacilese), Goldaniga (Pizzighettone), Belfiore (Città di Marino), Gattoni (Sandonajesolo) dal 13'st Calcagni (San Sisto), Crescenzo (Atletico Arezzo), Trucolo (Palestrina) dal 7'st Tozzi (Monterotondo Lupa), Metta (Ostiamare) dal 7'st Gadda (Ravenna), Albrizio (Terlizzi) dal 7'st Taverna (Flaminia Civitacastellana); a disp. Micheli (M.S.G. Campano), Calcagnotto (Istrana 1964); All. Magrini;
Slovenia (5-4-1): Barukcic, Palcic, Janza, Kovjenic (dal 31'st Rems), Dobrovolic, Colic (dal 1'st Jakovijelic), Sporar (dal 23'st Bremec), Pucko, Roic (dal 21'st Halozan), Conc, Verbic (dal 1'st Dornik); a disp. Topic;, Lidian; All. Jarc;
Arbitro: D'Ambrogio di Frosinone;
Assistenti: Dell'Università di Aprilia e De Lorenzo di Latina;
Reti: 9'st Crescenzo (I) ;
Note: ammonito Roic (S), Goldaniga (I), Palcic (S), Kovjenic (S), Belfiore (I)


L'ITALIA UNDER 18 E DARTFISH - Dopo aver fatto esperienza alla ViareggioCup con la Rappresentativa di Serie D, lo staff della nazionale LND farà nuovamente ricorso a Dartfish, il potente software di video e match-analisi messo a disposizione da MyGreen, distributore italiano del prodotto. Dartfish consente l'indicizzazione di filmati di gara ed allenamento, permettendone l'archiviazione sia in locale che in rete. La suddivisione dei video in categorie di movimenti o azioni compiute dagli atleti permette agli atleti stessi ed ai loro tecnici di analizzare le prestazioni e di correggere eventuali errori. Dartfish viene utilizzato anche per la formazione dei tecnici, con video didattici e corsi che possono essere realizzati anche online attraverso la piattaforma Dartfish TV. La Lega Nazionale Dilettanti ha un proprio canale Dartfish su www.dartfish.tv/lnd.

LA COMPETIZIONE - La sesta edizione del Torneo Roma Caput Mundi animerà per una settimana i campi delle provincia di Roma, dove otto rappresentative nazionali si sfideranno per vincere quella che nel corso degli anni si è affermata come una della manifestazione di maggior fascino e di più alto spessore tecnico dell'intero panorama internazionale. Squadre giovanili under 18 provenienti da mezza Europa (Croazia, Grecia, Inghilterra, Romania, Slovenia, Ungheria ed Italia) si affrontano senza distinzioni tra amateur e professionisti, nel tentativo di scrivere, un'altra bella pagina di sport. Nato nel 2005 dalla felice intuizione del Comitato Regionale Lazio della LND, la kermesse capitolina ha accompagnato nel corso degli anni la crescita del movimento giovanile dilettantistico italiano che si è andato a testare nelle diverse occasioni con avversari di altissimo valore e con scuole calcistiche sempre differenti. A farla da padrone, in termini di presenze, è stata ovviamente l'Europa, ma la partecipazione di nazionali provenienti dalla Cina, Libia, Costa d'Avorio, Russia e Paraguay, quest'ultima vanta anche un sigillo a sorpresa, nel 2006, quando ha iscritto il suo nome nell'albo d'oro vincendo in finale contro la formazione ivoriana, rappresenta un premio al lavoro diplomatico intessuto negli anni di concerto tra LND e Comitato Regionale Lazio.


ALBO D'ORO
2005 Romania
2006 Paraguay
2007 Romania
2009 Italia
2010 Grecia


CALENDARIO
Prima Giornata
GIRONE A
ITALIA-GRECIA 5-0
SLOVENIA-UNGHERIA 0-2


GIRONE B
CROAZIA-INGHILTERRA 1-1 (6-4 dcr)
C.R. LAZIO-ROMANIA 1-2


Seconda Giornata
GIRONE A
UNGHERIA-ITALIA 3-2
GRECIA-SLOVENIA 0-9


GIRONE B
INGHILTERRA-C.R. LAZIO 3-2
ROMANIA-CROAZIA 3-0


Terza Giornata
GIRONE A
ITALIA-SLOVENIA 1-0
UNGHERIA-GRECIA 5-0
Classifica: Ungheria punti 9, Italia 6, Slovenia 3, Grecia 0


GIRONE B
C.R. LAZIO-CROAZIA 3-5
INGHILTERRA-ROMANIA 0-5
Classifica: Romania punti 9, Croazia 5 , Inghilterra 4, C.R. Lazio 0


Venerdì 16 marzo 2012
Riposo


Sabato 17 marzo 2012 - ore 10:30
FINALE
ROMANIA-UNGHERIA (campo "Anco Marzio" - Ostia)

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160