Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

UNION VILLA CASSANO-OLGIATE OLONA 1-3

Olgiate Meraviglioso, Immenso e NAPOLetano!
Un Olgiate così? Non s'è mai vista... Azzerate tutte le paure del pre-partita, il Cassano, è ASFALTATO!!!

La mattinata è abbastanza calda, rinfrescata però dal vento, assoluto protagionista del match. Mister Lacialamella, disegna un 4-2-2-2 che dominerà il primo tempo: conferma Gussoni terzino, fermato solo da una cascata di sangue dal naso, che ha fatto molto bene; Si siede in panchina Colombo. I titolari iniziali sono: Ndiaye, autore di una partita di ottima fattura; Apruzzi, Casati, Tosi e lo stesso Gussoni; a centrocampo fanno da diga Campanella e Carollo (in condizioni salutari molto precarie); In fascia, Rigolin e Castiglioni. Davanti due ottimi Canziani e Napoli (foto).

La partita ha inizio, e con essa, il soffio forte di un vento che non si placherà nemmeno a fine match.

Il confronto comincia, e le due squadre si concedono vari minuti di studio... Carollo rischia di uscire ma stringe i denti... Cosa che non può fare il povero Gussoni, vittima di "sangue da naso" prima del quarto d'ora. Lo sostituisce Colombo (che si stava scaldando per rilevare Carollo). Viene spostato Tosi a destra, il "Colo" si posiziona centrale.

Dopo pochi minuti, l'Olgiate fa festa: Napoli, a cui dedichiamo il titolo, perchè ha fatto un gioco non molto notato, ma di sostanziale importanza per i verdeviola, se ne va elegantemente sulla destra e di "piatto" mette in mezzo. Per Canziani è un invito a nozze, e lui ne approfitta, incornata a porta sguarnita:1-0.

Il Cassano, che gioca contro vento, fa visibilmente fatica e non riesce a creare occasioni pericolose per la porta di Ndiaye.

Prima della fine di tempo, il vento fa un assoluto favore all'Olgiate. Ma analizziamo qualche azione precedente. La prima quando uno spiovente di Gussoni (siamo ancora agli albori della gara) sorprende il portiere e finisce sulla traversa. Dopo pochi minuti, ci prova Apruzzi, portiere ancora sorpreso e ancora palla che si stampa sulla traversa. Il portiere del Cassano non è male, ma pecca un po' di una scarsa "spinta" e così, quando al 30' Rigolin lascia partire una staffilata di destro(è mancino), la palla si insacca a fil di palo col vento che ne aumenta la velocità. La gioia ospite è palpabile: 2-0.

Si va così a riposo, Carollo chiede il cambio, ma mister Lacialamella crede in lui, e lo lascia in campo. Al rientro dagli spogliatoi, il Cassano, applica qualche modifica tattica... abbassa infatti Fusco, mattatore dela match d'andata, in modo che il jolly rossoblù, sia più nel vivo della manovra "casalinga"... E così succede. Il vento si alza, l'Olgiate fatica, i rinvii di Ndiaye si alzano, ma virano subito verso la "pista di lancio", ne nasce così un forcing locale, che dà i frutti circa a metà tempo: Fusco, gode già di tiro potente, se poi lo scocca a favore di vento, parte una sassata imparabile. E così succede: 1-2. A questo punto, l'Olgiate è davvero alle corde, entra Tartaglia, esce Rigolin. Brividi freddi ad un quarto d'ora dalla fine: il tiro cross a rasoterra di Fusco attraversa tutto lo specchio della porta, e Cascelli, manca di poco all'appuntamento col 2-2. E allora l'Olgiate va con il cuore. Contropiede degno di nota, Tosi sale, ed ha il compito di chiudere un'azione meravigliosa: lo fa, seppur il portiere tocchi la palla con la punta delle dita, il risultato cambia di nuovo: 1-3! Tutti in campo a festeggiare, la partita è quasi chiusa! Al 34' entra Bianchi che rileva Campanella. A questo punto, il Cassano è una bestia ferita, che si sfoga come può: seguono due mischie più che convulse: prima la palla attraversa tutto lo specchio e viene spazzata, dopo di che, l'occasione più ghiotta di fine gara: palla in mezzo, incorna un giocatore di casa, palla murata, ci prova Fusco, ma trova un prontissimo Bianchi che salva davvero ottimamente sulla linea, la palla viene spazzata, ma fuori dall'area parte un'altra "bomba", che si stampa sulla traversa. L'Olgiate riparte, guadagna una rimessa. A questo punto l'arbitro fischia la fine! GRANDI RAGAZZI! PROVA SUPERBA, CHE HA PERMESSO DI ESPUGNARE UN FORTINO INESPUGNABILE!!! E ORA, SOGNARE È LECITO!


OLGIATE: Ndiaye; Apruzzi, Tosi, Casati, Gussoni (15' Colombo); Carollo, Campanella (69' Bianchi); Rigolin (55' Tartaglia), Castiglioni; Napoli, Canziani

A disposizione: Primi, Falcioni, Trezzi

Allenatore: T. Lacialamella

Accompagnatori: A. Campanella, O. Carnelli.

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160