Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Allegri: «Champions dura. Ibra è da Pallone d'Oro»

in

LONDRA - Massimiliano Allegri ha due obiettivi da raggiungere a breve: Champions League e, come regalo da fare a Ibrahimovic, il «Pallone d’Oro». «Ci vuole anche un pizzico di fortuna. In un anno e mezzo il Milan è cambiato anche in Champions ma per essere competitivi al massimo ci vogliono due-tre anni - ha detto oggi nella conferenza stampa mattutina a Milanello - Al momento puntiamo a raggiungere i quarti e poi vedremo cosa saremo in grado di fare. La squadra ha molta autostima. Credo che Ibrahimovic stia facendo una grande annata e gli auguro di vincere il “Pallone d’Oro”. Credo che però dipenda molto dai risultati che riusciremo a fare quest’anno. Se siamo fortunati possiamo raggiungere la finale quest'anno, ma Real Madrid e Barcellona sono ancora superiori a tutti. Nella gara secca però tutto può accadere».
 

SUPER-IBRA - Lo svedese è un campione assoluto, senza confini, e domani sera si troverà di fronte Van Persie, l’attaccante individuato come possibile sostituto di Pato:«Credo che Ibrahimovic stia facendo una grande annata e gli auguro di vincere il pallone d’Oro. Credo che però dipenda molto dai risultati che riusciremo a fare quest’anno. La coppia Ibra-Van Persie? Sono due grandi giocatori. Ibra, con Messi e Cristiano Ronaldo sono i tre giocatori più forti del mondo». Al «Sun», in un’intervista fatta parlando solo in inglese, Allegri ha anche confidato che « il mio Milan è una squadra forte, con tre grandi giocatori che portano esperienza, carattere, capacità tecniche e leadership. I leader servono sempre. Per me in ogni squadra ci sono due leader. Un leader tecnico e tattico ed uno caratteriale. Nel Milan Ibrahimovic è il nostro leader tecnico, mentre sul piano del carattere lo scorso anno c'è stato Gattuso, oggi ci sono Van Bommel e Thiago Silva».


POLEMICHE - Quelle sulla Juventus sembrano agli sgoccioli, anche se Allegri ha voluto regalare una «frecciatina» finale. «Sul gol in fuorigioco della Juve (De Ceglie contro il Chievo; ndi) non ho pensato niente.... - ha detto il tecnico - Chiudo qui le battute ironiche perché qualcuno non le capisce. Io ho provato a sdrammatizzare ma qualcuno non riesce a capirle e quindi meglio chiuderla qui. Io dopo la partita con la Juve non ho menzionato né l’arbitro né l’assistente e sono errori che ci sono. L’errore nel match contro la Juve ha avuto un peso importante in quella partita. Io sono convito che gli episodi, a fine stagione, più o meno si compensano. In quel momento ti senti un po’ derubato ma come sbagliamo noi allenatori, sbagliano loro. Non c’è una soluzione finale al problema degli errori. L’unica cosa che, secondo me, per aiutare gli arbitri si può mettere gli assistenti di porta come in Champions o la tecnologia. Mi vien da ridere che domenica ci sono stati tre episodi come quello di Muntari. E’ una cosa anomala vedere tre gol che non toccano la rete. Come si può evitare certe sviste così clamorose? Bisogna affidarsi alla tecnologia oppure, come accade già in Champions League, agli assistenti di porta».


PRUDENZA - Allegri, ovviamente, non si fida della trasferta londinese nonostante il 4-0 di San Siro. «E’ una partita che visto il risultato dell’andata potrebbe essere facile ma non è così - ha spiegato il tecnico milanista - e gli inglesi in casa giocano fino all’ultimo secondo. Sarà più difficile rispetto all’andata perché bisognerà avere grande concentrazione. Non bisognerà sottovalutare più che l’Arsenal, la partita in generale. Abbiamo grandi possibilità di arrivare i quarti e dobbiamo fare il possibile per raggiungerli».


I CONVOCATI - Ecco l'elenco dei convocati:  Abbiati, Amelia, Roma, Abate, Antonini, Bonera, Mesbah, Mexes, Thiago Silva, Zambrotta, Yepes, Aquilani, Calvano (n.54), Emanuelson, Innocenti (n.35), Nocerino, Van Bommel, El Shaarawy, Ganz (n.56), Ibrahimovic, Robinho.

Fonte: 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160