Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

È un'Italia deludente. Dempsey fa volare gli Usa

in

GENOVA - Anche una sconfitta può dare indicazioni preziose. A 102 giorni dal debutto all'Europeo contro la Spagna, se Prandelli cercava risposte importanti dall'Italia e da alcuni singoli (Matri e Giovinco su tutti), forse le ha trovate. Prevedibile e lenta, la Nazionale perde (1-0) per la prima volta nella storia contro gli Stati Uniti (fino ad oggi 7 vittorie e 3 pareggi contro gli americani) al termine di una gara giocata sottotono per tutti i '90. A Genova, dopo l'assurda notte di follia del 12 ottobre 2010, quando Ivan guidò i teppisti serbi fino all'interruzione della partita, la notizia più confortante è il buon debutto del romanista Borini in maglia azzurra.


AZZURRI OPACHI - Fermi Cassano e Rossi, senza Balotelli, Osvaldo e Di Natale, Matri e Giovinco si giocano le loro carte per strappare il biglietto per Polonia e Ucraina. Alle spalle dell'inedita coppia, che debuttò meno di un anno fa a Kiev, Prandelli schiera Thiago Motta trequartista e il trio Nocerino-Pirlo-Marchisio in mezzo al campo. Dietro Barzagli guida la difesa al fianco di Ogbonna. Gli azzurri partono bene e al 5' già sfiorano il vantaggio. Discesa di Maggio sulla destra, cross al centro per Thiago Motta che anticipa tutti ma si vede respingere il tiro da Howard. Gli Stati Uniti, compatti e molto grintosi, preferiscono giocare in contropiede. Klinsmann punta in attacco sul duo Altidore-Buddle, con Dempsey e il mediano del Chievo Bradley a costruire il gioco. Al 10' Shea ci prova dal limite dell'area sfiorando il palo alla sinistra di Buffon. La manovra dell'Italia è troppo lenta e consente agli americani di chiudersi bene in difesa. Al 19' ci prova Giovinco con un sinistro che Howard controlla senza difficoltà. Al 36' Buffon respinge con i pugni una punizione di Dempsey.


DECIDE DEMPSEY - In avvio di ripresa Prandelli effettua i primi due cambi: dentro Chiellini e Montolivo, fuori Criscito e Nocerino. Dopo un altro tentativo fallito da Giovinco, la squadra di Klinsmann passa. Al 10' Dempsey approfitta di una difesa italiana troppo morbida, incrocia il destro dai diciotto metri e batte Buffon. Un po' preoccupato, il ct azzurro cambia ancora: fuori Thiago Motta e Matri, dentro Pazzini e Borini. Proprio l'attaccante della Roma, al debutto in Nazionale, impegna Howard al 17'. Poco dopo entrano in campo anche De Rossi e Abate per Marchisio e Maggio. L'Italia aumenta il ritmo e nel finale mette in difficoltà la retroguardia statunitense, senza però costruire mai occasioni pulite.

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160