Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Mutti furioso: Brienza ha detto che il rigore non c'era

in

ROMA -
«Sul rigore Brienza ha detto di aver accentuato la caduta e l'arbitro non ha ascoltato la versione del giocatore. Anche Viviano ed i ragazzi lo hanno detto a Gava, e purtroppo sono stati anche ammoniti». È un Bortolo Mutti amareggiato quello che si sfoga dai microfoni di Sky nel dopo-partita di Siena-Palermo. «Si parla tanto di fair play, e quando accade un arbitro si comporta così - dice ancora il tecnico dei rosanero -. La partita non è stata giocata, e dispiace: avevamo preparato la gara con grande attenzione. Gava non lo ha ascoltato (Brienza n.d.r.), e queste cose ci indispettiscono. Volevamo giocarla in un altro modo e l'avevamo preparata in un altro modo. C'è tanta amarezza per gli episodi che non ci hanno permesso di fare la nostra partita. L'espulsione ci ha cambiato le strategie». «Rivedendo gli episodi - continua Mutti -, direi che Gava è stato molto generoso, soprattutto in occasione del rigore. C'è molta amarezza, anche per i ragazzi: lavorare tutta la settimana e vederti messo in difficoltà in queste situazioni dispiace molto. Sul rosso a Balzaretti c'era Miccoli che poteva recuperare, la decisione mi pare un pò eccessiva, assolutamente». 


BRIENZA NEGA TUTTO -
«Non ho avuto nessun colloquio con l'arbitro, ho parlato solo con i giocatori del Palermo ma ho detto loro che in quell'azione veloce ero stato sbilanciato. Comunque decide sempre l'arbitro». Il giocatore del Siena Franco Brienza, intervistato da Sky, smentisce l'allenatore del Palermo Bortolo Mutti, secondo il quale il fantasista del Siena aveva detto all'arbitro Gava che non era rigore. «Magari è stato un episodio non favorevole al Palermo - ha aggiunto Brienza - però mancavano ancora 70 minuti alla fine della partita».


Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160