Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Allegri: «Juve sempre più favorita per lo scudetto»

in

MILANO - La rimonta a Napoli ha rinforzato la candidatura bianconera allo scudetto. Ne è convinto l'allenatore del Milan Massimiliano Allegri."La Juve è l'unica squadra imbattuta, non era semplice rimontare due gol al Napoli - ha osservato Allegri alla vigilia della sfida col Genoa -. Il campionato è ancora lungo, ma la Juve era già una favorita e lo è ancora di più dopo il risultato di Napoli e la vittoria con la Lazio. Noi abbiamo ridotto il distacco dalla Juventus, ma se le vincerà tutte non potremo riprenderla...".


LA BATTUTA - "Berlusconi è sempre stato il presidente del Milan, ma adesso spero che venga più spesso a Milanello, perchè la sua presenza fisica è uno stimolo in più per tutto l'ambiente". Così Allegri ha poi commentato l'annuncio di Silvio Berlusconi che dopo le dimissioni da presidente del consiglio si è detto pronto a tornare formalmente al vertice del Milan. E sul rinnovo di contratto "non ci saranno sorprese, assolutamente". Ne è convinto lo stesso allenatore del Milan, che si fida della parola data dall'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, dopo la conquista della Supercoppa a Pechino. "Galliani ha detto che resterò fino al 2014 e sia a lui sia al presidente ho spiegato che la mia ambizione è quella di rimanere - ha chiarito Allegri -. Da parte mia non c'è nessun problema, e mai mi è sembrato che la situazione potesse essere diversa. Bisogna solo aspettare di metterci a parlare e definire tutto. È vero - ha concluso - che finchè il contratto non è scritto... però non c'è nessun problema".


INZAGHI - "Se è scontento, dovrà fare le sue valutazioni con me e la società". Questo il messaggio a Pippo Inzaghi che non sta trovando spazio al Milan e mediterebbe l'addio a gennaio. "Secondo me Inzaghi deve restare, perché nell'arco del campionato può ritagliarsi il suo spazio - ha detto Allegri -. Io parlo sempre chiaro, a volte anche troppo. È normale che all'inizio è stato difficile mandarlo in campo: perchè ha 38 anni, inoltre era reduce da un intervento al crociato. Lui è la quinta punta, ma può trovare spazio". Allegri ancora una volta è stato piuttosto vago sulle ipotesi di mercato che riguardano Carlos Tevez. Intanto, alla vigilia della sfida con il Genoa ha spiegato che Pato "è in leggero vantaggio su Robinho", per affiancare in attacco Ibrahimovic. E a proposito dello svedese, in una intervista Seedorf aveva fatto notare, scherzando, che Ibrahimovic dovrebbe giocare più vicino alla porta. "A Coverciano - ha commentato con una battuta Allegri - ci sono i corsi da allenatore, e li può fare tranquillamente...".


Fonte: 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160