Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Napoli padrone: 3-0 all'Inter!

in

MILANO - Comanda il Napoli. Dopo diciassette anni espugna San Siro (l'ultima vittoria l'11 dicembre 1994) e sale da solo in vetta alla classifica a +2 su Juve e Udinese, in campo nel pomeriggio. L'ultima vittoria sull'Inter era stata firmata da Buso e Cruz, stavolta il successo porta la firma di Campagnaro, Maggio e Hamsik e arriva al termine di una grande prova di maturità degli azzurri: non poteva farsi regalo migliore per i suoi 50 anni Walter Mazzarri, che raccoglie un risultato così prestigioso nella serata in cui mancava anche Cavani. Torna a casa con i nervi a fior di pelle invece Ranieri, che - dopo due vittorie a Bologna e a Mosca - incassa il primo ko al debutto a San Siro ed è furioso con l'arbitro Rocchi, soprattutto per l'episodio che ha dato una svolta alla partita alla fine del primo tempo (rigore al Napoli e espulsione di Obi).


SBLOCCA CAMPAGNARO - Eppure la serata dell'Inter parte in maniera incoraggiante. Senza l'acciaccato Milito, il tecnico nerazzurro recupera Pazzini, Maicon e Chivu. Alvarez gioca a sostegno delle punte ed è il primo a rendersi pericoloso dalla distanza. Lo stesso fa Forlan, senza precisione. Mazzarri, senza l'infortunato Cavani, si affida a Pandev in attacco alternandolo con Lavezzi come punta centrale e preferisce Zuniga a Dossena sulla corsia sinistra. Il ritmo impresso alla partita dall'Inter è altissimo, fanno fatica gli azzurri soprattutto a contenere i continui affondi di Maicon. Un fuorigioco millimetrico salva De Sanctis, che non trattiene una conclusione da fuori di Zanetti e si fa infilare da Pazzini: gol annullato giustamente da Rocchi grazie alla perfetta segnalazione del suo secondo assistente, Romagnoli. Il pericolo corso scuote il Napoli, che cresce e guadagna campo. Zuniga ha due buone occasioni per sbloccare ma non le sfrutta, così come Pandev. Nel finale del primo tempo arriva il vantaggio azzurro: Obi già ammonito stende Maggio all'ingresso in area. Il fallo è fuori, ma l'arbitro concede il penalty e espelle per il secondo giallo il centrocampista nerazzurro. Dal dischetto va Hamsik, ma Julio Cesar respinge: il più lesto ad arrivare sul pallone è Campagnaro (in area al momento del tiro) che insacca (secondo gol stagionale per lui, già a segno a Cesena). I nerazzurri e tutto San Siro sono furiosi con l'arbitro (ammoniti Julio Cesar, Lucio e Zanetti): Ranieri, che perde anche Chivu per infortunio (al suo posto Nagatomo), protesta nell'intervallo e viene espulso.


MAGGIO E HAMSIK CHIUDONO I CONTI - Tornano in campo con un 4-4-1 i nerazzurri, con Forlan che dà una mano al centrocampo e con tanta determinazione. Mazzarri richiama un evanescente Pandev e punta sul dinamismo di Mascara. E' proprio l'ex del Catania il protagonista dell'azione del raddoppio: palla filtrante per Maggio che brucia sullo scatto Nagatomo e beffa Julio Cesar. Esulta in tribuna De Laurentiis, fanno festa i seimila tifosi azzurri presenti a Milano. Fa fatica l'Inter a riorganizzarsi, Baresi (in panchina dopo l'allontanamento di Ranieri) fa entrare Stankovic e Zarate al posto di Alvarez e Forlan, ma la squadra nerazzurra non riesce a riaprire i giochi. Il Napoli ha in mano la partita, è padrone del campo. Zuniga spreca clamorosamente il tris solo davanti alla porta, non sbaglia invece Hamsik che, su una grande idea di Lavezzi, segna il 3-0: per lo slovacco (che dedica la rete alla moglie incinta) è il primo gol della carriera ai nerazzurri, il 50esimo con la maglia del Napoli. Nel finale c'è spazio anche per Chavez e Fernandez, la squadra di Mazzarri amministra senza problemi fra gli olè dei tifosi azzurri: almeno per una notte è sola in vetta alla classifica.


Pasquale Salvione


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160