Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Inter, il sogno di Forlan: «Voglio la Champions»

in

APPIANO GENTILE - Diego Forlan ti stringe la mano e si siede sul divano della Pinetina scherzando sul suo italiano. Si schermisce («Non lo parlo bene») e invece, senza quasi mai ricorrere allo spagnolo, per oltre mezz'ora racconta l'inizio in salita dell'Inter e la scossa data da Ranieri al quale in passato ha spesso segnato, la sua voglia di vincere la Champions con l'Inter e il desiderio di firmare il suo primo gol nerazzurro a San Siro domani contro il Napoli, una pericolosa avversaria per lo scudetto al pari di Milan e Juve. E poi i suoi hobby, con il passato da giocatore di tennis («Quando ero ragazzo volevo fare il professionista, ma poi ho scelto il calcio anche se negli scorsi anni mi è capitato di giocare con Ferrero, Safin e altri») e un presente da golfista («Ho 8 di handicap»). C’è spazio anche per il gossip («Nessuna fidanzata, solo single») e soprattutto per il suo impegno nel sociale con la fondazione della sorella Alejandra e con l'Unicef del quale è ambasciatore. «E' importante che i personaggi pubblici inviino messaggi positivi ai bambini davanti alla tv». Lui lo fa, in attesa di vincere con l'Inter. 


Forlan, come procede l'ambientamento nell'Inter?


«Bene, ma sono stato facilitato dal cono­scere Milito e Cambiasso e dall'aver giocato contro molti dei miei nuovi compagni. Tutti mi stanno aiutando, in particolare Zanetti e Samuel».


Con Cambiasso e Milito l'amicizia è di vec­chia data.


«Insieme ad Esteban giocavo nel 1998 nel­l'Independiente. Lui, io e Gabriel Milito. E' grazie a quest’ultimo che ho conosciuto Die­go che era nel Racing. Mamma mia che der­by ad Avellaneda...».


 

Ora invece con Milito siete compagni e magari vincerete qualcosa insieme.
«Lo spero. In carriera mi sono tolto molte soddisfazioni, ma mi manca la Champions. Mi piacerebbe vincerla con l'Inter».


Per il momento però in Europa non può giocare...


«La mia forzata esclusione dalla lista Champions mi è molto dispiaciuta. Me lo hanno detto quando ero a cena a casa di Cam­biasso: pensavamo a quanto sarebbe bello vincerla insieme. Che beffa».


Mettiamola così, fino a febbraio si concen­trerà sullo scudetto. Quali sono le sue favo­rite per il titolo?

«Juventus, Napoli, Milan e Inter sono le più forti, senza ordine d'arrivo. E poi la serie A è più equilibrata della Liga dove vincono sem­pre Barcellona e Real Madrid».


Anche il Napoli, dunque, è da scudetto?


«Sì perché è una squadra temibile che ha comprato calciatori di valore non solo que­st'anno, ma anche in passato. Il loro è un gruppo giovane, forte, che sta giocando bene e che è in continua crescita».


Quanto perderebbe il Napoli se Cavani non dovesse giocare?


«Molto perché Cavani è importante, uno che segna tanto, sia con il proprio club sia con la nazionale. Il Napoli, però, è una squa­dra nel vero senso della parola, con diverse alternative di spessore».


Dove è nata l'amicizia tra lei e Cavani?

«In nazionale abbiamo fatto insieme il Mondiale e poi abbiamo vinto la Coppa Ame­rica: Suarez prima punta, io qualche passo più indietro a fare il trequartista e a destra Edinson».


Qual è il ruolo preferito di Forlan?


«Mi sono sempre sentito una prima punta, un “attaccante... attaccante”, anche se di mo­vimento. Con il tempo e l'esperienza però ho imparato a giocare da seconda punta e da tre­quartista ».


All'Inter con chi si trova meglio in avanti?


«Con Pazzini, Milito o Zarate per me non fa differenza perché sono tre campioni. Le mie caratteristiche mi permettono di adattarmi bene a tutti e tre».


Leggi l'intervista completa sull'edizione del Corriere dello Sport - Stadio oggi in edicola

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160