Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Cagliari, due partite per diventare grande

in

ROMA - Due partite per diventare grandi? Probabile, possibile, ma traguardo da conquistare con il sudore. Il Cagliari dei giorni nostri non è un ingranaggio perfetto, ma neanche un macinino sfiatato. Può contare -e non è poco- su una classifica assolutamente confortante- e su una confidenza di uomini, idee e di gioco in cui Massimo Ficcadenti tenta di inserire le proprie aggiunte. Si dirà, ma cosa può dare di più a una squadra ampiamente collaudata negli interpreti e negli schemi? Intanto, la fa giocare come sa da anni, ed è indice di intelligenza. Le eventuali migliorie sono da verificare e, auspicabilmente, gli verranno riconosciute.


Intanto, gioca come sa, usa sempre gli stessi uomini (anche in assoluto, con l’unica eccezione di Thiago Ribeiro rispetto al Cagliari versione 2010/11). E frugando fra i numeri, fra i dettagli delle quattro partite giù disputate, si scopre che tutto sommato proprio da biasimare la squadra non è. Anzi.


Lecce prima e, dopo la sosta comandata per gli impegni della Nazionale, in casa col Siena. Due partite nettamente alla portata del Cagliari che ha in assoluto un tabù da levarsi di dosso, quello di ridare fiato puro a rivali in debito di ossigeno e che pertanto a Lecce intende occuparsi poco o nulla delle ambasce giallorosse. Col Siena non ci saranno in campo temi da premature paure di classifica da nessuna parte, ma in ballo ci saranno altri punti pesanti. Partendo da quota sette, obiettivo quota tredici: quanto varrebbe, come posizione, fra due giornate? Sia chiaro, i discorsi da primato sono relativi. Ma non è campato per aria immaginare che nel breve arco di sei partite si possa incamerare un terzo del bottino necessario al primo traguardo vitale, la permanenza in A. Il tempo residuo, cioè quasi un campionato, potrebbe allora pianificare scenari migliori.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160