Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Aiac-Lnd, annessioni e tinteggiature.

Prove di magna magna mentre il malumore cresce

C'è una interessante interpretazione dell'accordo fatto ieri con Aiac, sul forum di informacalcio.it, interessante perchè racconta la vicenda vista dalla parte di una società e senza troppa malizia. Eccola qui:

"La LND ha dovuto fare un passo indietro alla fine (ma ovviamente non lo di ce). Le proposte Aiac sono piaciute (portate avanti da Abete).

La LND ha quindi ritirato la sua proposta: chi quest'anno sta allenando in Seconda, Prima o Juniores reg, senza diploma (a seguito del delirante accordo ponte che avevano millantato i vertici della Lega naz diletanti) avrà l'obbligo di iscriversi al primo corso utile nel suo territorio.

Non solo: come in altre nazioni si è provveduto ad istituire un corso per allenare i dilettanti che sarà suddiviso su più livelli.

Dal prossimo anno, quindi, abilitazione necessaria anche in Terza categoria.

Credo che garantendo un minimo di formazione a tutti i livelli, la possibilità (parlo in generale) di insegnare qualcosa di errato sul campo si possa un pochino ridurre. Quando si parla di istruzione (in qualsiasi campo della vita e a qualunque livello), un paese democratico e moderno deve avere l'obbligo di tutelarla, favorendo la formazione di chi insegna invece di boicottarla.

In questo modo sarà finalmente possibile accedere ai corsi anche per chi ha punteggi più bassi in curriculum (apertura quindi ai tantissimi anche del forum che avevano segnalato queste difficoltà).

Non ho ancora analizzato il testo approvato dal Consiglio Federale ma mi pare si sia presa una strada giusta.

PS
Ma i problemi economici che le società avevano per colpa degli allenatori patentati?? Spariti?? La LND non ne fa più menzione come mai?

Ps2
Forse perchè era una grandissima tavanata? Forse perché Tavecchio è stato denunciato alla Procura per aver deliberato un atto senza averne la competenza? O forse per entrambe le cose.... Altro che: "quando sci si confronta sui contenuti...".

Insomma, un'altra pagliacciata dopo lo sciopero di club e giocatori. Ma possiamo noi in Italia farci sempre riconoscere per una mancanza totale di strategia, competenza, lungimiranza, sinergia? Meritiamo davvero di stare fuori dall'Europa....
Ah dimenticavo... ormai ci siamo quasi visto che siamo a rischio default
. "

Ma a nessuno di voi è venuto in mente "l'annessione" della Divisione femminile? Tolti i soldi, tu sei in difficoltà e poi si vedrà... e si è visto. In Italia alcuni affaristi senza scrupolo ricorrono spesso all'insoluto, non pagano il fornitore, contestano l'inesistente rimandando a babbo morto il pagamento. Che importa se chi ha fatto il proprio dovere andrà in difficoltà. Alcuni preferiscono accontentarsi di due spiccioli, altri no, ma sono pochi. Davvero a nessuno di voi è venuto in mente che tagliare un pò di fondi all'Aiac abbia creato qualche problema politico ad Ulivieri?

Comunque sì, è vero,  dei problemi economici che le società avevano per colpa degli allenatori patentati nessuno parla più, tanto meno il Carlino.

Staremo a vedere.

Fonte: 

redazione

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160