Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Clamoroso Di Canio: rissa con la sua punta VIDEO

in

LONDRA, 31 agosto - Sconfitta con rissa per Paolo Di Canio, che dopo l'eliminazione in Carling Cup è protagonista di un accesso confronto a bordo campo con il suo stesso centravanti, Leon Clarke. Tensione e nervi tesi al termine della sconfitta casalinga dello Swindon contro il Southampton. Tutto puntualmente ripreso dalle telecamere. Di Canio, tecnico dello Swindon (club inglese della Football League Two) aspetta Clarke all'ingresso del tunnel, gli si avvicina e lo abbraccia. I due scambiano qualche parola, ma l'attaccante si libera dalla stretta del manager italiano. "Non mi tirare", gli intima Clarke quando Di Canio lo prende per la maglia spingendolo verso lo spogliatoio. La situazione sembra tranquillizzarsi, ma una volta nel sottopassaggio per gli spogliatoi, inizia il secondo round. Nuovo confronto tra i due a base di spintoni e manate, interrotto solo dall'intervento degli steward dello stadio. Ritornata la calma Clarke si è rifiutato di rientrare negli spogliatoi e ha lasciato lo stadio in maglietta e pantaloncini.


IL CASO - E anche Di Canio ha preferito disertare la rituale conferenza stampa, abbandonando lo stadio da un'uscita secondaria. Così a spiegare l'accaduto è toccato al presidente dello Swindon, Jeremy Wray: "C'è stato un litigio tra Leon e il preparatore atletico - il racconto di Wray -. Quando Leon è uscito dal campo Paolo ha cercato di risolvere la questione negli spogliatoi. C'è stato un fraintendimento che si è trascinato nel tunnel. Qui la tensione è esplosa perchè c'era frustrazione da entrambe le parti". A proposito di Di Canio, il presidente gli ha comunque confermato la piena fiducia nonostante l'eliminazione dalla Carling Cup e soprattutto una partenza negativa in campionato (League Two, quarta divisione inglese): una sola vittoria e quattro sconfitte.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160