Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Julio Sergio: «Per Lecce ho rifiutato il Psg»

in

LECCE, 2 agosto - Dal giallorosso della Capitale al giallorosso della Puglia. La nuova vita calcistica di Julio Sergio, dopo il saluto a Roma e alla Roma, riparte da una città diversa ma dagli stessi colori. “Sono molto contento e soddisfatto della scelta che ho compiuto venendo al Lecce. Questo è il mio primo giorno con i nuovi compagni, ma l’impressione è ottima, sono ragazzi eccezionali che mi hanno accolto molto bene - le parole del portiere sul sito ufficiale del club pugliese.


AVEVO DATO LA PAROLA A DI FRANCESCO - Un gran rifiuto, quello del brasiliano, in sede di mercato. Per Lecce il Psg di Leonardo si è sentito dire no. "Ho preferito il Lecce al Psg? Ho parlato con Leonardo due o tre volte, mi ha spiegato i suoi piani, ma avevo già parlato con mister Di Francesco al quale avevo dato la mia parola. Tutti mi hanno parlato bene del Lecce, in particolar modo Bertolacci che mi ha descritto una splendida città e un ottimo club. Quello che ci attende sarà un campionato difficile, non sarà facile; la cosa importante è essere fieri di quello che si fa, io qui mi metto in discussione e spero di fare bene. Per me si tratta di una sfida, conosco il calcio italiano e volevo continuare ad essere protagonista nel vostro campionato. Devo essere sincero, non ho nessun rimpianto ad aver lasciato la Roma. Sono stato a Roma per cinque anni, nei primi ho avuto delle difficoltà, poi negli ultimi due ho fatto abbastanza bene prima di infortunarmi nella gara contro il Brescia. Con mister Ranieri avevo il mio spazio, invece ho avuto poche occasioni con il cambio di allenatore, una volta che si è insediato Montella sulla panchina giallorossa".


SARA' UNA GRANDE SFIDA - "In questo campionato sarò molto impegnato rispetto al passato? Forse è più difficile giocare in una grande squadre perché devi magari, facendo due parate durante una partita, mantenere la concentrazione per tutti i novanta minuti. Qui con il Lecce sarò più impegnato, comunque è una sfida e ci tengo molto a fare bene il mio lavoro - conclude Julio Sergio - In squadra nessuno ha il posto fisso garantito e anch’io dovrò conquistarmi la fiducia del mister. Dei miei nuovi compagni conoscevo già Di Michele e Corvia, mentre con gli altri non ho un rapporto di conoscenza diretta, ma siamo stati avversari in campo”.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160