Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

CALCIO A 8 ANNI: VORREI ESSERE UN CAMPIONE

Sono uno Psico Grafologo, nonche' genitore, mi occupo da anni della fase evolutiva, la crescita dei ragazzi, fino alla loro genitalita',
vorrei divulgare questo pensiero perche' diventi un monito per tutte le societa' di calcio dilettantistiche, vedi l'Accademia Internazionale a Milano, che spesso opera scempi umani. prima illudendo i bimbi di trovarsi nella prestigiosa F.C. Internazionale, quando in realta' la Societa' e' solo un centro di formazione, poi una volta usciti dalla loro Scuola calcio Inter, se la societa' decide di tenerli, ecco che li seleziona al pari o peggio ancora di cio' che avviene al centro di smistamento Ortofrutticolo di Milano. quelli di squadra A fino a quelli di squadra D e oltre, delineando confini, sottilissimi margini di diffferenza di competenze calcistiche che solo loro riescono a vedere,ma che danneggiano gli stessi ragazzi attribuendo ad alcuni un forte senso di Self-efficacy, a danno degli altri che invece vedono una estrema caduta del proprio IO.
Tali societa' che prima per interessi economici accettano iscrizioni di ragazzini, illudendoli, per poi spedirli come pacchi benserviti, devono capire che hanno a che fare con Individui nella loro delicata fase della crescita, della loro formazione di identita', ma molto spesso e in diverse societa', cio' non avviene. Inoltre tali Societa' delegano a ragazzi spesso troppo giovani e privi dell'esperienza necessaria la gestione e conduzione sotto forma di Coach o Mister delle "risorse umane" di riferimento, nelle fattispecie "ragazzi dagli 8 ai 13 anni. Il risultato e' spesso invalidante perche' la caduta estrema della loro Self-efficacy come dimostrato e riportato in letteratura internazionale, porta a intoppi seri della crescita, allo sviluppo di atteggiamenti di tipo aggressivo nelle loro piu' svariate sfaccettature. Lo sport e' sublimazione di energia pulsionale, chi gestisce queste societa' non conosce minimamente il concetto, il sottile significato, sono pero' abilissimi nel produrre copia e incolla di frasi omai divenute di modo quali la "centralita' del giovane atleta". In realta' essi sono solo l'esatto contrario a tutto cio'.
Immaginiamoci la sofferenza ed impotenza dei tanti genitori, nel sapere di dover affidare i propri figli a Societa' pur blasonate, solo pero' sotto l'aspetto Scudetti, ma che trascurano invece aspetti importanti quali la preparazione psicologica dei loro organici, e la tolleranza nell'abilita' tecnica entro certi limiti di eta' dei ragazzi. soprattutto quando i loro risultati non sono minimamente da classifica.
Sono tematiche importanti da non trascurare proprio in vista di preparare coloro che diventeranno i campioni di domani,

CAMPIONI NELLA VITA, PERO'!!!

Confidando in Voi,
in attesa di risentirvi,porgo distinti saluti
Angelo Lacalamita

Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160