Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Arbitri, Morganti-Pierpaoli dismessi per 2011-2012

in

ROMA, 30 giugno - Sono Nicola Pierpaoli di Firenze e Emidio Morganti di Ascoli Piceno i due arbitri dismessi dalla Can di A per la prossima stagione. È quanto ha deciso il comitato nazionale dell'Aia, sottolineando come nel primo caso si tratti di "normale avvicendamento", mentre nel secondo la decisione è arrivata per "limiti di permanenza nel ruolo". Promossi invece dalla Can di B a quella di A, Daniele Doveri di Roma e Marco Guida di Torre Annunziata. Sei invece gli assistenti dismessi nella Can di A, tra cui spiccano alcuni nomi di rilievo: Rosario Angrisani, Gianantonio Pugiotto, Stefano Ayroldi, Paolo Calcagno, Sandro Rossomando e Stefano Papi. Al loro posto, vengono promossi dalla Can di B: Giuseppe De Pinto, Alessandro Giallatini, Claudio La Rocca, Fabiano Preti, Giancarlo Rubino e Gianluca Vuoto.


NICCHI: «NON CI SARANNO PIÙ DEROGHE» - 
«Ringrazio personalmente Morganti per aver condotto una stagione alla grande, così come tutta la sua carriera. In futuro potremmo ancora avvalerci di lui, visto che ha messo sempre in buona luce l'Aia». Così il presidente dell'associazione italiana arbitri, Marcello Nicchi, ha commentato la decisione del comitato nazionale di dismettere Emidio Morganti, svelando che non saranno più concesse deroghe in futuro, oltre gli anni canonici. L'ultima gara arbitrata dal fischietto di Ascoli Piceno resterà dunque la finale di Coppa Italia tra Inter e Palermo. «Non avrebbe meritato di essere trattato in quel modo - ha aggiunto Nicchi - con critiche di dirigenti e politici presenti allo stadio, assolutamente fuori luogo. Potrà essere nostro collaboratore, ma in futuro siamo orientati a non concedere più deroghe. Non vogliamo più farlo, anche perché oggi c'è tanto ricambio, con un numero crescente di arbitri all'altezza».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160