Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Rossi in lacrime: «Volevo fare un regalo ai tifosi»

in

ROMA, 29 maggio - «Volevo regalare ai nostri tifosi qualcosa, magari anche più grande di noi. Ce la siamo giocata, ma non è bastata. Ha vinto la squadra più esperta». L'allenatore del Palermo Delio Rossi, ai microfoni Rai, non nasconde la delusione per la sconfitta con l'Inter nella finale di Coppa Italia, che l'hanno portato alle lacrime durante la cerimonia di premiazione. «Dispiace perchè abbiamo visto che potevamo giocarcela - ha detto ancora -. Abbiamo assistito ad un grande spettacolo. Questa gente merita questo ed altro - ha aggiunto, rivolto ai suoi tifosi -, ha capito che la squadra è giovane e gioca al calcio». Sul suo futuro l'allenatore ha aggiunto: «In settimana parlerò con la società e con il presidente Zamparini, insieme valuteremo il da farsi. Per stasera parliamo solo di questa finale».


SFOGO ZAMPARINI - Finale di partita incadescente in tribuna autorità all'Olimpico per la sfida per la Coppa Italia tra Inter e Palermo. All'espulsione del difensore Munoz, preceduta solo di un attimo da quella del tecnico Delio Rossi, numerosi politici siciliani presenti allo stadio (tra questi il presidente dell'assemblea regionale Cascio e il presidente della commissione affari costituzionali del Senato, Carlo Vizzini) hanno cominciato a inveire contro l'arbitro Morganti, applaudendo ironicamente i dirigenti dell'Inter. Nel frattempo si era scatenata l'ira del presidente palermitano Zamparini, che dopo un rapido battibecco con la signora Moratti si è precipitato a vedere sugli schermi del foyer gli episodi contestati: mentre scorrevano le immagini, Zamparini urlava «l'Inter è la banda bassotti, sanno solo rubare. Moratti? Si definisce da solo, se non si vergogna lui...».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160