Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Eto'o e Milito show. Coppa Italia all'Inter

in

ROMA, 29 maggio - Trascinato da un Eto'o micidiale sotto porta, l'Inter conquista all'Olimpico di Roma la sua settima Coppa Italia. Nonostante la spinta dei 35.000 siciliani sugli spalti, il Palermo cade 3-1 dopo aver comunque lottato fino all'ultimo. In gol Eto'o con una doppietta, poi Munoz e Milito. Per Leonardo è il primo trofeo da allenatore. Questa la cronaca della gara:
                                                 

50' TRIPLICE FISCHIO. L'INTER VINCE LA COPPA ITALIA!



Morganti fischia la fine dopo 5' di recupero. I nerazzurri battono 3-1 il Palermo al termine di una finale emozionante e ricca di colpi di scena


47' GOL DI MILITO!



Su cross dalla sinistra di Pandev, Milito si inserisce e appoggia in rete di piatto destro


45' TRAVERSA DI ETO'O



Perfetta punizione del camerunense che colpisce in pieno la traversa


44' ESPULSI DELIO ROSSI E MUNOZ


Il tecnico allontanato per proteste. Poi viene espulso il difensore per un intervento in scivolata su Mariga


43' GOL DI MUNOZ!


Il difensore del Palermo supera di testa Julio Cesar con un grande colpo di testa. Inter-Palermo 2-1


42' SPAZIO PER MILITO

Ultimo cambio per Leonardo. Esce Sneijder, entra Milito


41' VOLA SIRIGU


Il portiere del Palermo salva respingendo un gran tito di Sneijder dal limite



38' ESCE THIAGO MOTTA

Secondo cambio per l'Inter. Entra Mariga


33' ENTRA PINILLA

Ultimo cambio per il Palermo. Esce Hernandez


32' RADDOPPIA ETO'O!

Sneijder vede il camerunense libero sulla destra e lo serve. Eto'o entra in area e di destro batte ancora Sirigu 


30' CI PROVA BALZARETTI

L'esterno sinistro del Palermo si accentra e di destro sfiora il palo


23' AMMONITO CARROZZIERI


Il difensore rosanero ferma fallosamente Eto'o a centrocampo. È cartellino giallo


16' DENTRO PANDEV


Primo cambio per l'Inter. leonardo inserisce il macedone al posto di Pazzini


15' JULIO CESAR SALVA TUTTO


Il portiere brasiliano vola per respingere un colpo di testa di Miccoli destinato in rete


10' ENTRA MICCOLI


Rossi prova a dare una scossa ai suoi. Dentro il capitano rosanero, fuori Acquah


7' MUNOZ AMMONITO


Il difensore del Palermo entra duro su Eto'o a centrocampo. Morganti tira fuori il cartellino giallo


3' PALERMO IN FORCING


La squadra di Rossi parte fortissimo. Pastore lancia Hernandez in area, ma Chivu è bravo a chiudere in scivolata


1' INIZIA LA RIPRESA


Batte l'Inter, che attacca da curva Sud verso curva Nord. Squadre in campo con le stesse formazioni del primo tempo


47' FINE PRIMO TEMPO: INTER-PALERMO 1-0


Dopo 2' di recupero, l'arbitro fischia la fine del primo tempo. Palermo generoso ma poco concreto in attacco, un'Inter cinica fa valere la maggiore esperienza



41' ILICIC CHIEDE IL RIGORE


Lo sloveno cade in area dopo un presunto contatto con Chivu. Morganti lascia proseguire


31' JULIO CESAR SUPER


Il portiere brasiliano compie un grande intervento respingendo una conclusione ravvicinata di Hernandez deviata da Chivu
 

27' AMMONITO ACQUAH


Brutto fallo a centrocampo del mediano in occasione del gol nerazzurro


26' GOL DI ETO'O!


Il Palermo perde palla a centrocampo e i nerazzurri ne approfittano subito. Sneijder lancia in profondità Eto'o, che entra in area dalla sinistra e batte Sirigu in diagonale


24' GOIAN KO

Il difensore del Palermo è costretto ad uscire per un infortunio muscolare. Al suo posto entra Carrozzieri


18' PASTORE SPRECA TUTTO

Bellissimo triangolo tra Pastore e Ilicic. L'argentino si presenta in area davanti a Julio Cesar ma perde il passo al momento del tiro


15' ECCO PAZZINI

Primo affondo nerazzurro con l'attaccante che non riesce a controllare bene un lungo lancio dalla difesa, consentendo a Sirigu di chiudere in uscita


9' L'INTER NON CARBURA

Contro un Palermo molto aggressivo, la squadra di Leonardo gioca più compassata. Molto possesso palla, ma per ora nessun tiro verso la porta di Sirigu


2' HERNANDEZ, CHE OCCASIONE!

Primo affondo del Palermo e subito Inter in difficoltà. Hernandez entra in area da destra e sfiora il palo


1' CALCIO D'INIZIO

Parte il Palermo, in completo rosanero. Inter in classica tenuta nerazzurra


LE FORMAZIONI UFFICIALI - Questi gli schieramenti in campo:

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Nagatomo, Lucio, Ranocchia, Chivu; Zanetti, Thiago Motta, Stankovic; Sneijder; Pazzini, Eto'o. A disp. Castellazzi, Kharja, Mariga, Milito, Materazzi, Samuel, Pandev. All. Leonardo

PALERMO (4-3-2-1): Sirigu; Cassani, Munoz, Goian, Balzaretti; Migliaccio, Acquah, Nocerino; Ilicic, Pastore; Hernandez. A disp. Benussi, Kasami, Miccoli, Liverani, Darmian, Pinilla, Carrozzieri. All. Rossi


PORTAFORTUNA - Già due volte il 29 maggio è stato per i rosanero un giorno di grande festa: la prima volta nel 2004. In quella data, dopo il 3-1 sulla Triestina, il Palermo tornò ufficialmente in A dopo 32 anni. E la città rimase imbandierata per oltre un mese a celebrare un risultato che superò i confini dello sport. Un anno dopo, il 29 maggio 2005, il Palermo di Guidolin co­ronò un’altra impresa: col 3-3 contro la Lazio all’ultima gior­nata, chiuse (da matricola) al 6° posto conquistando l’ingres­so in Coppa Uefa per la prima volta nella sua storia.


FINALE ROSANERO - Un altro numero “magico” è il 32. Perchè se il Paler­mo è tornato in A dopo 32 anni ( dal 1972- 73 al 2004-05), adesso dopo altri 32 anni si ripresenta alla fi­nale di Coppa Italia. I rosanero già due volte sono ar­rivati all’epilogo della coppa, entrambe le volte come squadra di serie B: nel 1974 e nel 1979. Nella prima oc­casione persero contro il Bologna all’Olimpico ai rigo­ri (4-5: 1-1 al 120’), nella seconda si arresero alla Ju­ventus a Napoli nei tempi supplementari (1-2).


LA LAZIO DI ROSSI - Delio Rossi, l’unico fra i rosanero ad aver già vinto la Coppa Italia: alla guida della Lazio, due anni fa contro la Sampdoria (i biancocelesti s’imposero ai rigori). La finale del 2009 fu giocata all’Olimpico il 13 maggio. E sapete cosa fe­ce la Lazio di Rossi nel turno precedente la finale, sa­bato 9 maggio contro l’Udinese? Perse in casa per 3-1 dopo essere passata in vantaggio, esattamente come è successo sabato scorso al Palermo contro il Chievo...


SULLE MAGLIE - Sulle maglie che indosserà questa sera l’Inter c’è un ricamo con la scritta «finale di Coppa Ita­lia» e la scritta per i 150 anni dell’Unità d’Italia. I nerazzurri hanno vinto la Coppa Italia sei volte.
 

TUTTO ESAURITO - Tutto esaurito oggi all’Olimpico, ieri sera alle 18 erano stati venduti 69.815 biglietti, con po­che decine rimasti, per un totale di circa due mi­lioni di incasso. La tribuna d’onore si annuncia stracolma: sono annunciati sei ministri e il presi­dente del Senato Schifani in rappresentanza del capo dello Stato. Lo sport italiano sarà rappresen­tato dal presidente del Coni Petrucci, dal segreta­rio generale del comitato olimpico Pagnozzi e dal presidente della Federcalcio Abete. Il ct della na­zionale Prandelli sarà affiancato dall'allenatore dell'Under 21 Ciro Ferrara.


I TECNICI - Quarta sfida tecnica ufficiale tra Leonardo e Rossi: finora non è mai stato pareggio: il bilancio è di 1 vittoria di Leonardo (Inter-Palermo 3-2, nel girone di ritorno della serie A 2010/11) e 2 successi di Delio Rossi (entrambi nella serie A 2009/10 nel doppio Palermo-Milan), le cui squadre hanno sempre segnato, per 7 marcature complessive.


L'ARBITRO - La finale sarà diretta da Morganti di Ascoli Piceno, che dirigerà la sua terza finale di coppa Italia in carriera, probabilmente nel giorno del suo addio al fischietto, dovendo compiere 45 anni nel prossimo mese di luglio. I due precedenti si riferiscono alla finale di ritorno Inter-Roma 2-1 del 17 maggio 2007 ed alla finale secca Roma-Inter 2-1 del 24 maggio 2008. L'Inter ha 22 precedenti con l'arbitro Morganti ed un bilancio estremamente positivo composto da 15 vittorie, 1 pareggio e 6 sconfitte, con 3 direzioni in stagione - tutte in serie A -: sconfitta per 0-1 a Roma contro i giallorossi il 25 settembre 2010, ko per 1-3 ad Udine il 23 gennaio 2011 ed infine vittoria per 2-1 in casa contro la Lazio il 23 aprile 2011. Il Palermo è stato invece diretto 19 volte dal fischietto ascolano, con bilancio in perfetta parità di 7 vittorie, altrettante sconfitte e 5 pareggi; in stagione si tratta della quinta direzione - tutte in serie A le precedenti - dopo il pareggio interno per 0-0 contro il Cagliari il 29 agosto 2010, la sconfitta per 0-1 a Napoli del 6 dicembre 2010, la vittoria interna per 2-1 sulla Juventus il 2 febbraio 2011 e la sconfitta a Catania per 0-4 il 3 aprile 2011.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160