Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Messi lancia il Barcellona. Real ko 2-0, espulso Mou

in

MADRID, 27 aprile - Tra calci proibiti, manate e crisi di nervi, spunta la classe immensa Messi. Il fuoriclasse argentino abbatte il Real Madrid con una doppietta da extraterrestre lanciando il Barcellona verso la finale di Wembley. Avvelenta dalla aspre polemiche della vigilia, la semifinale d'andata di Champions tra la squadra di Mourinho e quella di Guardiola è stata per lunghi tratti una corrida. Un primo tempo nervosissimo, tre espulsioni (Pepe per una durissima entrata su Dani Alves, Mourinho per proteste e il secondo portiere blaugrana Pinto durante una zuffa nell'intervallo) e poco altro fino alla mezz'ora della ripresa, quando Messi ha deciso di mettere la firma sulla partita con due reti (la seconda soprattutto) che hanno illuminato la notte del Bernabeu.


MOLTI NERVI, POCO SHOW - Guardiola, che sceglie Keita per sostituire Iniesta (contrattura alla gamba sinistra), in avvio è costretto a rivoluzionare la difesa per le assenze di Abidal, Adriano e Maxwell. Puyol si piazza a sinistra, mentre Mascherano affianca Piquè al centro. Il copione della gara è quello classico, con il Barcellona impegnato nel suo possesso palla ipnotico fino alla trequarti d'attacco, dove si accende il trio Pedro-Messi-Villa. È l'ex Valencia a costruire la prima occasione con un sinistro a giro che sfiora il palo all'11'. Poco dopo ci prova Xavi, servito in profondità da Messi, ma Casillas è attento e respinge. Il Real Madrid, molto più attento a non scoprirsi che ad attaccare, gioca quasi con la stessa formazione vittoriosa in finale di Coppa del Re. Diarra prende il posto dell'infortunato Khedira, mentre Albiol sostituisce lo squalificato Carvalho al centro della difesa. In panchina quindi Kakà, Higuain e Benzema. Per l'attacco Mou si affida Cristiano Ronaldo, Ozil e Di Maria, ma i tre sono troppo isolati in avanti. Il primo tiro in porta del Real arriva al 45' con il portoghese, che impegna Valdes in una goffa respinta.


LA STELLA DI MESSI - Che i nervi fossero tesi lo si era capito già durante il primo tempo, quando le due squadre si erano azzuffate per due scontri al limite, il primo tra Aberloa e Pedro e il successivo tra Marcelo e Busquets. Durante il rientro negli spogliatoi si accende una rissa tra le due panchine. Protagonosta il secondo portiere del Barça, Pinto, espulso dal tedesco Stark. In avvio di ripresa Mourinho prova a scuorere i suoi inserendo Adebayor per Ozil. Al 16' cambiano gli equilibri della gara: Pepe entra durissimo su Dani Alves. L'arbitro, dopo un'esitazione, gli mostra il cartellino rosso. Mourinho contesta la decisione applaudendo ironicamente il direttore di gara, che espelle anche lui. In superiorità numerica, il Barcellona torna ad attaccare e al 23' sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Pedro. È l'ultima occasione per lo spagnolo, che poco dopo Guardiola sostituisce con Afellay. La gara sembra ormai essere indirizzata verso un deludente 0-0, ma alla mezz'ora cambia tutto. Proprio il nuovo entrato olandese scatta sulla destra e dal fondo crossa in mezzo all'area, dove Messi spunta come un fulmine sul primo palo battendo sul tempo sia Sergio Ramos (ammonito, salterà il ritorno in programma al Camp Nou il 3 maggio) che Casillas. Il Real Madrid prova a reagire ma nel finale l'argentino fa vedere di cosa è capace. La 'Pulce' prende palla sulla trequarti, punta l'area e dopo aver scartato tre giocatori in velocità supera Casillas con un tocco morbido sul secondo palo. Un gol meraviglioso, che manda in estasi la tifoseria blaugrana e condanna il Real. Mourinho, che incassa il secondo ko stagionale nel 'Clasico', al Camp Nou non potrà sedersi in panchina, ha davanti a sé un'impresa disperata.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160