Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Mou contro Guardiola: Perché critica già l'arbitro?

in

MADRID (SPAGNA), 26 aprile - José Mourinho carica il Real Madrid alla vigilia della sfida contro il Real Madrid. La sfida d'andata delle semifinali di Champions può già essere decisiva ma il portoghese minimizza: «La squadra è tranquilla, dobbiamo giocare al massimo questa semifinale e l'arbitro non è importante. C'è bisogno solo di un arbitro di livello che non aiuti nessuno ma che applichi il regolamento e che venga aiutato da giocatori. Spero che una volta finita la partita le due squadre siano contente dell'arbitraggio. Nessun risultato della gara d'andata può renderci più sicuri in vista del ritorno. Non c'è ossessione per noi, ma solo la speranza di arrivare in fondo. Non ho pozioni magiche per vincere ma solo tanto lavoro. Real favorito per Guardiola? Non esiste squadra favorita, non ci sono favoriti così come per Schalke 04-Manchester United».


LA BATTUTA - Inevitabile anche una battuta sulle critiche preventive di Guardiola sulla designazione dell'arbitro. Mourinho non le manda a dire: «
È la prima volta che sento un allenatore criticare la scelta di un arbitro prima dell'inizio della partita. Non sono un amico degli arbitri. Quando gli arbitri sbagliano mi lamento e lo faccio in maniera onesta perché se l'arbitro ha preso decisioni giuste lo dico senza problemi. Il Barcellona viene giudicata come la squadra più forte di tutti i tempi? Non lo so, è una grande squadra ma la più forte di tutti i tempi non lo so». «È iniziato un nuovo ciclo. Finora c'era un piccolo gruppo, molto piccolo, che non parla degli arbitri e uno più grande che ne parla, e li critica quando fanno errori importanti. Di questo faccio parte io. Con le dichiarazioni di Pep - ha proseguito Mourinho - siamo entrati in una nuova era, in un nuovo gruppo nel quale c'è solo lui, che critica la scelta dell'arbitro. Non si era mai visto».



VALDANO SU MOURINHO - Chi conferma che anche nella prossima stagione José Mourinho siederà sulla panchina delle "merengues" è Jorge Valdano, direttore generale del club: «Mourinho ha un contratto di quattro anni e dice di voler restare. Non vedo motivi per non credergli. Lui è l'allenatore ideale per il Real Madrid: ha la nostra stessa fame di vittorie. Al Barcellona dico di non stare tranquilli, vogliamo assolutamente conquistare la Champions e non ci siamo arresi nemmeno in campionato: faremo di tutto per conquistare anche la Liga».



Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160