Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

NAZIONALE DILETTANTI UNDER 18, IN RUSSIA PER CONTINUARE A STUPIRE

Dopo la prova convincente contro l’Inter Primavera, i ragazzi di Magrini vola a Soci per la rivincita dell’incontro dello scorso 9 febbraio a Rimini dove fu decisivo il gol dell’azzurro Mariani. Mercoledì al Central Stadium la gara contro l’Under 18 di Alenichev.

Roma, 3 aprile 2011 - Lunedì 4 aprile si parte alla volta di Soci, in Russia, con l’obiettivo di crescere umanamente e calcisticamente. È questo lo spirito con cui la Nazionale Under 18 Dilettanti si imbarca dall’aeroporto di Roma per raggiungere le rive del Mar Nero (via Mosca). Diciotto giocatori Dilettanti che vivranno tre giorni indimenticabili, al di là del risultato sul campo. Nella prossima sede delle Olimpiadi invernali (2014), infatti, è previsto mercoledì 6 aprile alle ore 18 (le 16 in Italia) l’incontro amichevole tra la Nazionale Under 18 Dilettanti ed i pari età russi allenati dall’ex romanista Dmitri Alenichev. È il return match del doppio confronto che ha avuto il suo prologo in quel di Rimini lo scorso 9 febbraio e che ha visto vincere e convincere gli azzurrini di fronte a oltre mille tifosi assiepati sulle tribune dello stadio “Romeo Neri” grazie alla rete di Mariani. In questa trasferta internazionale, anche un fil rouge culturale lega i ragazzi di Magrini alla Crimea, visto che la cittadina russa, oggi rinomata località turistica in forte espansione per via dell’assegnazione dei giochi olimpici, è gemellata proprio con Rimini dove si è disputata la gara di andata. Una partita per certi versi storica, che ha fatto registrare una vittoria importante, senza alcuna retorica, per l’intero movimento dilettantistico giovanile. Si va consolidando, infatti, una prassi che vede i giovani di categoria della LND rivaleggiare a viso aperto ed armi pari con i colleghi professionisti di qualsiasi Paese. Così è successo contro la Russia, in parte composta da elementi già inseriti nel giro delle squadre della massima serie, e così è stato anche nei confronti avuti con le squadre Primavera dei club italiani più titolati. Solo per citare gli ultimi impegni, molto corroboranti sullo stato di salute della rappresentativa di Magrini sono apparse le prestazioni di marzo contro l’Inter fresca vincitrice della Viareggio Cup (2-1 per gli azzurri) e di gennaio contro la Lazio (2-0 in favore dei biancocelesti fin troppo severo per i giovani Dilettanti). Un trend di crescita costante che dovrà trovare il suo culmine, almeno nelle intenzioni dello staff azzurro, durante la settimana del II Torneo Internazionale che si terrà in Umbria a metà maggio. In quella occasione Magrini dovrà selezionare i migliori elementi per difendere il titolo conquistato lo scorso anno contro l’Inghilterra, nell’ultima uscita ufficiale dell’ex CT Polverelli. “Vogliamo proseguire il lavoro impostato a settembre – ha dichiarato il vice presidente vicario LND Alberto Mambelli – con l’intento di potenziare il nostro vivaio attraverso il confronto con selezioni di altissimo livello. D’altronde questa è una politica che paga e l’accelerazione imposta, con la partecipazione ad incontri di livello internazionale, si inquadra alla perfezione nel progetto di valorizzazione delle giovani leve dilettantistiche imperniato sulla nuova e più efficiente struttura di scouting che abbiamo messo in piedi con la collaborazione dei commissari tecnici delle rappresentative regionali e con i corsi di aggiornamento da realizzare con il contributo della Scuola allenatori della Figc ed il Club Italia”. Il gruppo selezionato dal tecnico romagnolo per la trasferta in terra di Russia (tutti ’92 ed un ’93 Massaccesi) ricalca in 14 elementi su 18 la lista dei giocatori convocati nell’ultimo appuntamento contro la Primavera nerazzurra. Per varie ragioni, escono dalla rosa Baldassarre, Galfrè, Rizza, Zambrano, Guccione e Di Paolantonio e rientrano Elmi (Pistoiese), Campanaro (Chieri), Ubicini (Giada Maccarese) e Bardini (Monfalcone). “La squadra che porto in Russia – ha affermato Magrini alla vigilia della partenza – rappresenta lo zoccolo duro dell’idea di squadra frutto dei raduni svolti dall’inizio della stagione. Richiamando giocatori conosciuti, che offrono ampie garanzie dal punto di vista dell’esperienza, per questo evento non ho previsto turnazioni particolari”. L’importante è continuare a mettere in pratica ciò che di buono è stato fatto fino ad ora. “Lavorerò molto sull’aspetto psicologico – ha continuato l’allenatore di Sarsina – perché solo la paura in questo momento ci può tradire, c’è grande consapevolezza di essere cresciuti rispetto a Rimini, nonostante siano 9 i cambi adottati alla rosa di febbraio. L’esperienza della gara di andata ci tornerà sicuramente utile, perché il confronto con i professionisti infonde, al di là del risultato, grande convinzione nei propri mezzi”. Magrini ci crede: “La continuità nel gioco è la nostra caratteristica migliore e mi fa ben sperare per la partita di mercoledì”. Rispettando il criterio stabilito dalla LND sui campionati di provenienza (Serie D ed Eccellenza), la provenienza dei giocatori chiamati da Magrini è la fotocopia perfetta dell’Italia con ben 11 regioni calcistiche rappresentate su 19. A farla da padrona è l’Emilia Romagna con 5 calciatori convocati. Un caleidoscopio di esperienze fuse nell’azzurro della maglia della Nazionale, da indossare, nonostante l’età, con un pizzico orgoglio e la giusta ambizione.

I convocati

Portieri: Alessandro Tonti (92-Real Misano), Marco Festa (92-Castellana);

Difensori: Valerio Giordani (92-Anziolavinio), Jacopo Oddone (92-Santarcangelo), Gianfilippo Caterisano (Hinterreggio), Andrea Brighi (92-Rimini), Alberto Elmi (92-Pistoiese);

Centrocampisti: Marco Mariani (92-Renato Curi A.), Federico Massaccesi (93-Rimini), Massimiliano Trillini (92-Fulgor Maceratese), Giovanni Campanaro (92-Chieri), Luca Ubicini (92-Giada Maccarese), Andrea Bardini (92-Monfalcone), Paolo Beatrizzotti (92-Virtus Castelfranco);

Attaccanti: Omar Pastorelli (92-Città di Castello), Davide Bertocchi (92-Derthona), Luca Matteoli (92-Castiadas), Elia Montanaro (92-Cervia).



Lo staff

Capo delegazione: Alberto Mambelli

Commissario Tecnico: Giancarlo Magrini

Team Manager: Federico Laiso

Dirigente addetto all’arbitro: Sergio Ceccanti

Segretario: Alberto Branchesi

Assistenti tecnici: Giampiero Rossi e Davide Bertaccini

Medico: Mario Turani

Fisioterapista: Andrea Bandini

Magazziniere: Gastone Della Pelle


Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160