Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

La rabbia di Malesani: «Il Bologna è motivato»

in

BOLOGNA, 1 aprile - La salvezza e la tranquillità seppelliscono la fame. Ma non a Bologna, o almeno non per Alberto Malesani, agguerrito come non mai in vista di Brescia. Proibito parlare di una fine campionato da morte civile, di appetiti scarichi e di sconfitta talmente già scritta nell'anticipo di domani, che diversi siti di scommesse hanno chiuso da giorni le puntate. «Questi pronostici sono uno schiaffo alla professionalità dei miei ragazzi». In casa rossoblù c'è quindi "tristezza" nel sentire discorsi «che mettono in dubbio la credibilità di un gruppo che non deve dimostrarla: è stato da esempio a tutta Italia, quando tutti ci davano per spacciati».


MOTIVAZIONI - Quel passaggio sull'orlo del burrone del fallimento, prima di essere tirati su dalla fune lanciata da Giovanni Consorte, ha provocato l'effetto che ora ogni scusa è buona per essere trasformata in stimoli. Così, verso Brescia, «da un lato c'è tristezza, ma dall'altro abbiamo ancora più fuoco dentro». E se per i lombardi virtualmente retrocessi sarà la partita della vita, anche il Bologna «ha un miliardo di obiettivi. E vincere ci darà uno slancio terribile, una grande spinta». L'ambiente, infatti, è tutt'altro che in vacanza: «Ora comincia una nuova vita». E proprio da chi aveva messo in armadio le ambizioni europee dopo il pari con il Genoa, ecco un cambio di passo: «Questa squadretta è imprevedibile. Potrebbe sorprendere tutti e la stagione sarà appassionante, bella e gioiosa». E il suo di futuro, con il contratto in scadenza? «Credo - ha risposto - che dobbiamo ancora attendere due o tre domeniche. La società deve assestarsi completamente».


CONTRATTO E DESIDERI - Nei prossimi giorni intanto diventerà operativo come ad Alfredo Cazzola, che tratterà direttamente i rinnovi del ds Longo e del tecnico. Una cosa, però, Malesani l'ha voluta chiarire: «Non sono a caccia di contratti». Il proprio affetto per Bologna, che l'ha rilanciato in panchina dopo avventure deludenti, non sembra comunque in discussione. Con una vena mistica, abituato ad entrare nelle chiese del centro della sua Verona, Malesani ha confessato di avere un desiderio: «Salire fino alla basilica di San Luca», colle sopra la città (e proprio sopra lo stadio) meta di pellegrinaggi.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160