Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Reja: «Lazio, per battere l'Inter serve gara perfetta»

in

ROMA, 2 dicembre - «Vincere contro l’Inter aprirebbe certamente uno spiraglio importante. Sarebbe bello perché porterebbe grande entusiasmo alla nostra gente ed aumenterebbe le nostre convinzioni. Che sia una partita importante non ci sono dubbi, considerando la nostra posizione in classifica ed i campioni che andremo ad affrontare. Al di là di ciò che si dice dell’Inter proviene da due vittorie significative che hanno ridato la giusta autostima. Ha recuperato giocatori importanti, tra cui Thiago Motta, è un a grande squadra, con valori nazionali ed internazionali, basta considerare la candidatura al Pallone d’Ora di Sneijder. Per raggiungere l’obiettivo - ha sottolineato Reja - per avere dei vantaggi, servirà la partita perfetta. Mi auguro che ci sia l’intelligenza giusta dal punto di vista tattico, quando avremo l’opportunità dovremo avere la capacità di trovare il momento giusto per colpire». Dopo i pareggi contro Parma e Catania, c'è chi ha accusato Reja di troppo difensivismo ma il tecnico goriziano ci fa una risata sopra: «Non sono d'accordo, prendo atto di queste dichiarazioni ma le trovo sbagliate. Quando crei così tante opportunità da gol non si può parlare di squadra troppo attendista. Basta vedere i giocatori che schiera riamo, almeno in 5 sono predisposti ad offendere. Quando hai Lichtsteiner, Hernanes, Floccari, Mauri e Zàrate che propongono e sono preposti ad accompagnare l’azione in fase offensiva è già indice del contrario. Certo, poi dipende anche dall’avversario, non sempre si può attaccare. I ragazzi sono consapevoli di essere forti, nonostante qualche sprazzo giocato al di sotto dei nostri livelli. Questa è una squadra compatta e solida. Forse nelle ultime uscite abbiamo riscontrato qualche difficoltà dal punto di vista dei risultati, ma io sono abituato ad analizzare porzioni di campionato: se si considerano le ultime 6 partite siamo la squadra che ha totalizzato più punti di tutti. A livello di rendimento stiamo facendo bene e la classifica ci da ragione».


LAZIO-INTER DIVERSA DAL 2 MAGGIO- La sfida contro gli uomini di Benitez sarà una grande sfida non solo perché in palio c'è una posizione di classifica prestigiosa ma anche perché il club di Lotito può finalmente tornare a vincere in campionato contro una grande del nord, cosa che nelle ultimi stagioni è avvenuta di rado, soprattutto all'Olimpico. Non solo. Ci sarà anche l'opportuinità di mettersi alle spalle la prestazione dello scorso 2 maggio quando i biancocelesti non dimostrarono un grande impegno in occasione del confronto contro la squadra di Mourino in lotta per lo Scudetto. Reja da questo punto di vista è categorico: «Quello è passato, non succederà la stessa cosa. I giocatori sono caricati al punto giusto, c’è attesa per questa gara e certamente daranno il massimo, il 105% per poter competere contro una grande squadra contro l’Inter. Per raggiungere l’obiettivo, per avere dei vantaggi, servirà la partita perfetta. Mi auguro che ci sia l’intelligenza giusta dal punto di vista tattico, quando avremo l’opportunità dovremo avere la capacità di trovare il momento giusto per colpire».


LA RIFLESSIONI SULLO SCIOPERO -
«Lo sciopero dei calciatori è inconcepibile. È impensabile che si possa arrivare davvero a questa giornata di stop. Ora mi auguro che si possano trovare degli accordi, perchè sarebbe una sconfitta per tutto il calcio». Il tecnico della Lazio, Edy Reja, boccia la decisione presa dall'Aic (sciopero proclamata per l'11 e 12 dicembre, e si augura che le parti possano tornare ad incontrarsi per scongiurare la giornata di stop. «Il nodo restano i fuori rosa? L'anno scorso è stata un'esperienza molto difficile anche per me. Avevo 32-34 giocatori e non potevo dare attenzione a tutti. Le rose ampie possono dare dei problemi. È anche vero però che molti giocatori hanno preferito rimanere lo stesso a quelle condizioni, non accettando i trasferimenti. Ripeto, gestire 30 calciatori è impossibile, serve trovare delle soluzioni».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160