Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Pepe e Marchisio: «Juve in Polonia per vincere»

in

TORINO, 30 novembre - Parte la missione Europa League per la Juve, volata questa mattina a Poznan in Polonia per la sfida di domani sera. Contro il Lech, i bianconeri si giocano gran parte delle chance di qualificazione per la fase successiva. Un match fondamentale a cui tutti tengono molto. A parlarne, prima di partire dall’aeroporto di Torino Caselle, ci ha pensato Simone Pepe. «Sento che si parla di scudetto e di qualificazione per la prossima Champions League. Ma noi dobbiamo pensare a quello che abbiamo adesso, non a quello dell’anno prossimo. L’Europa League non è un peso per noi, ci teniamo ad andare avanti. È vero che in coppa non abbiamo fatto grandi partite, ma se siamo ancora in corsa vuol dire che neppure le altre hanno fatto così bene. Vogliamo vincere con il Lech e qualificarci». La Juventus vola in Polonia con la consapevolezza di essere in un buon momento. La striscia positiva, che comprende anche l’imbattibilità europea, è una carta da giocarsi anche nel nuovo Miejski Stadion. Pepe, uomo copertina del match di sabato, è pronto a scommettere sulla squadra: «La condizione e il morale sono buoni, lo abbiamo dimostrato anche nell’ultima partita. Se Boruc è stato il migliore in campo della Fiorentina, qualcosa vorrà pur significare». L’esterno romano si candida per un’altra gara da protagonista. Indipendentemente dalla posizione in cui Del Neri vorrà schierarlo: «Se ci sarà necessità di giocare da esterno di difesa, il mister sa che sono a completa disposizione».


MARCHISIO - Carico in vista della trasferta anche Marchisio: «Sul momento – racconta il centrocampista ai microfoni di Juventus Channel – eravamo un po’ giù per il pareggio con la Fiorentina, ma lo spirito è tornato subito buono, la condizione fisica lo è, quindi siamo pronti per una partita tutt’altro che facile in uno stadio molto caloroso a livello di pubblico. Le caratteristiche climatiche invece non ci devono condizionare, il carattere della Juve è più forte del freddo».


IL GIUDICE - Il giudice sportivo, intanto, ha inflitto una multa di 40mila euro al club bianconero per «avere suoi sostenitori, al 9°, 10° e 18° del primo tempo, lanciato nel settore occupato dai tifosi avversari tre petardi, con conseguenze lesive per uno di essi; entità della sanzione attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all'art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza». Squalificato per una giornata per cumulo di ammonizioni Marchisio, in diffida è entrato invece Pepe.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160