Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Allegri: «Ibra è un leader Ronaldinho? Ci servirà»

in

ROMA, 29 novembre - «Il Milan sta bene, casi non ce ne sono. I ragazzi hanno grandi motivazioni»: così il tecnico rossonero Massimiliano Allegri ospite di Premium Calcio Show su Mediaset Premium, sottolineando che «con l'arrivo di Ibrahimovic le cose sono cambiate». Parlando dei suoi primi mesi al Milan, Allegri sottolinea l'importanza di giocatori come Andrea Pirlo («non è in discussione, è un giocatore fondamentale per il Milan può aiutarci a fare il salto di qualità») e Rino Gattuso («mi ha stupito piacevolmente. Ha sempre voglia di mettersi in discussione»), e definisce Ibrahimovic «leader silenzioso». «Mi ha colpito la sua disponibilità - ha detto riferendosi a Ibra - verso i compagni e la squadra. Il suo modo di trascinare». Poi su Ronaldinho, Allegri dice: «In questo momento è fuori ma non c'è niente di male. Io scelgo in funzione delle partite e delle condizioni dei giocatori. Gattuso all'inizio era fuori poi si è conquistato il posto. Anche Ambrosini è stato fuori, lo stesso Robinho al quale ho detto che il Milan è una grossa chance e lui sta rispondendo nel migliore dei modi. Ci sarà bisogno anche di Ronaldinho - sottolinea il tecnico rossonero. Come tutti deve mettersi in discussione. Il primo che si mette in discussione sono io». E Cassano? «È un giocatore della Sampdoria - sorride Allegri - Pensiamo ad arrivare al mercato di gennaio primi in classifica».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160