Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Rojo, talento per il Napoli. Si tratta con l'Estudiantes

in

NAPOLI, 28 novembre - Marcos Rojo aspetta il Napoli, che lavora per convincere l’Estudiantes a bloccare la cessione del difensore argentino allo Spartak Mosca. Il club russo si è assicurato un diritto di prelazione su Rojo, vent’anni, mancino, che può giocare al centro oppure sulla fascia sinistra: potenza e corsa, abbinate a una forte personalità. Lo Spartak è in vantaggio, ma per il Napoli esistono ancora margini di inserimento. Il cartellino di Rojo costa intorno ai tre milioni di euro. E’ un prodotto del settore giovanile dell’Estudiantes. Ha debuttato in prima squadra il 7 dicembre del 2008 contro il Colon, subentrando negli ultimi dieci minuti a Diego Alberto Galvan, autore del gol della vittoria (1-0): l’allenatore era Leonardo Astrada, che aveva sostituito da poche settimane Nestor Sensini, ex Udinese, Lazio e Parma.


NAPOLI - Rojo è pronto a dare la precedenza al Napoli: è attratto dalla possibilità di trasferirsi in Italia, di raggiungere Ezequiel Lavezzi e il suo amico Josè Ernesto Sosa, con il quale ha già giocato insieme nell’Estudiantes. Alejandro Sabella è il tecnico che ha contribuito a valorizzarlo, cominciando a schierarlo con frequenza anche nel ruolo di terzino sinistro. Rojo è un difensore molto promettente. E’ rapido nelle chiusure, ha senso della posizione, negli anticipi riesce a mettere in crisi gli attaccanti. E’ anche disciplinato: nell’attuale Torneo di Apertura non è stato mai ammonito o espulso. Da centrale, in una linea a quattro, è agile e attento, è bravo nel recuperi, usa soprattutto il piede sinistro ma anche con il destro ha un tocco morbido, è ordinato e preciso negli appoggi. Si è fatto ammirare da difensore puro, almeno nella prima fase della sua ascesa. Poi si è imposto sulla fascia: copre, chiude e riparte. Anche a sinistra si muove con disinvoltura, si è trovato a suo agio, conservando l’istinto del marcatore, di chi si piazza alle costole della punta, e sfruttando la sua velocità. Quando trova il varco giusto e avanza, Rojo cambia il ritmo al gioco dell’Estudiantes: nei suoi inserimenti sfrutta i lanci perfetti di Juna Sebastian Veron, campione d’Italia nel 2000 con la Lazio di Sven Goran Eriksson. L’ex fantasista della squadra biancoceleste, all’età di trentacinque anni, continua a dare spettacolo.


VITTORIE - Faustino Marcos Rojo ha vinto la Coppa Libertadores con l’Estudiantes, che nel 2009 ha superato il Cruzeiro in finale. E’ nato a La Plata il 20 marzo del 1990. Ha un fisico massiccio e una muscolatura elastica: è alto un metro e 87 per un peso-forma di 80 chili. E’ robusto, però questa forza atletica non gli toglie brillantezza, non lo penalizza negli spazi stretti. Nel Torneo di Apertura ha giocato quindici partite: quattordici da titolare. Soltanto alla prima giornata, contro il Newell’s Old Boys (successo per 1-0, rete di Veron), Rojo ha cominciato dalla panchina. Sabella l’ha utilizzato quasi sempre sulla fascia sinistra, anche perché al centro sta puntando su Federico Fernandez, classe 1989, un gigante di un metro e 90, altro talento tenuto sotto osservazione dal Napoli. Rojo ha realizzato un gol nel Torneo di Apertura: è stato lui a decidere la sfida con il Boca Juniors (1-0). E’ abituato a segnare nelle grandi sfide: aveva firmato la prima rete in carriera il 5 luglio del 2009, quando l’Estudiantes era riuscito a battere in trasferta il River Plate (2-1). In questa stagione ha colpito una volta anche nella Recopa Sudamericana, in occasione della gara d’andata (persa 2-1) con la Liga Deportiva Universitaria di Quito.


PROMESSA - È uno dei giovani seguiti con maggiore attenzione dal commissario tecnico Sergio Batista, che lo scorso 15 novembre l’ha chiamato nel centro sportivo di Ezeiza per fargli svolgere un allenamento con la nazionale maggiore: in quell’occasione l’erede di Diego Maradona aveva chiamato altri diciotto giocatori, che partecipano tutti al campionato argentino: dal portiere Agustin Marchesin (Lanus) al mediano-regista Claudio Yacob (Racing), da Fabian Rinaudo (Gimnasia La Plata) a Lucas Viatri (Boca Juniors) e Mauro Formica (Newell’s). Rojo offre ai suoi allenatori una varietà di soluzioni tattiche: è in grado di agire sulla prima punta, muovendosi sul centro-sinistra, ma può rendersi utile anche come terzino fluidificante, appoggiando il lavoro dei centrocampisti e arrivando al cross. Il ct Batista si prepara a farlo esordire in nazionale.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160