Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Ibrahimovic ritrova la Juve. «Che duello con Chiellini»

in

MILANO, 28 ottobre - Zlatan Ibrahimovic guarda già dall’alto, dopo appe­na otto giornate di campionato, Inter e Juventus. Nell’arco di so­li quindici giorni affronterà le due squadre italiane che hanno preceduto il Milan. Sabato la Ju­ve a San Siro, domenica 14 no­vembre l’Inter nel suo primo der­by indossando la maglia rossone­ra potrebbero consacrare, in ca­so di un doppio successo della squadra di Allegri, l’attaccante svedese quale protagonista asso­luto di questo campionato. Quel­lo italiano l’ha già visto trionfare in cinque occasioni su alrettante par­tecipazioni, due volte con la Juven­tus e tre con l’In­ter.


CINQUINA - La doppietta biancone­ra (azzerata dal ciclone di «cal­ciopoli») non è mai stata rinne­gata da Ibrahimovic. Iltripletenerazzurro ha innescato il ciclo vincente dell’Inter di Moratti che mai prima dell’arrivo di Ibra ave­va trionfato in campionato. Ades­so Zlatan ci vuole riprovare con il Milan per dimostrare di non ave­re rivali nei confini nazionali do­ve negli ultimi nove anni ha con­sentito alle sue squadre di aggiu­dicarsi il titolo ben otto volte (2 Ajax, 2 Juventus, 3 Inter e 1 Bar­cellona) su nove. Basti pensareche il Milan ha vinto solo due vol­te ( 1998- 1999 e 2003- 2004) lo scudetto negli ultimi undici anni.


TRE PER DUE - «Sono venuto qui per vincere e vi garantisco che il Milan vincerà tutto» aveva tuo­nato il 29 agosto lo svedese a San Siro quando fu presentato ai tifo­si rossoneri che l’hanno osannato da subito, dimenticando senza la minima perplessità il recentissi­mo passato bianconerazzurro. Più che mai professionale e de­terminato, Ibra ha iniziato a macinare partite (sette consecutive in campionato, tre in Champions League) senza perdere un solo colpo e, soprattut­to, segnando sei reti equamente spalmate nelle due competizioni.
 

CHIELLO OK - Eppu­re Ibrahimovic questa volta non trascorrerà una valigia pre- Juventus completa­mente tranquilla perchè sabato sera incontrerà nuovamente sul­la sua strada il difensore più for­te che l’abbia mai marcato nella sua carriera.«Sì, è vero: Giorgio Chiellini è per me il marcatore più duro e ruvido, quello che sof­fro di più» ha detto l’attaccante svedese riconoscendo, però, le indubbie qualità del suo «con­trollore» più spietato: «E’ davve­ro difficile giocare contro di lui, non ti lascia spazio, non ti fa re­spirare... Ma “Chiello” mi piace, è leale, un combattente vero. Franoi due ci sono sempre stati bel­lissimi duelli». Un paio di curio­sità inedite: «Cosa sarei stato nel­la vita se non avessi fatto il cal­ciatore? Un avvocato... E se non fossi diventato... Ibrahimovic? Mi sarebbe piaciuto diventare Cas­siusClay».


Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160