Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Pazienza, il rosso è severo Papastathopoulos graziato

in

ROMA, 26 ottobre - Sbaglia partita, pesi, misure e uniformità di giu­dizio l’internazionale Rizzoli: c’è l’espulsione di Pazienza sulla quale si può discutere e disquisire a lungo, c’è la non espulsione di Papastathopoulos ad inizio ripresa, ci sono una serie di decisioni (e di non decisioni) che hanno carat­terizzato la sua serata. Non sempre i due assistenti, in par­ticolar modo Maggiani, lo hanno aiutato a dovere.


PRIMO TEMPO - Scontro Antonini-Maggio: nessun fallo, ov­viamente, Rizzoli interrompe il gioco. Non c’era l’off side di Ibra, servito da Pato: lo svedese è sulla linea di centro­campo, un metro oltre, dall’altra parte, c’è Grava, “perso” dall’assistente Maggiani. Papastathopoulos su Gargano: giusta l’ammonizione. Pazienza tocca il pallone con la ma­no destra: corretto il giallo. Corpo a corpo Aronica-Ibrahi­movic: Rizzoli li richiama due volte nel giro di pochi minu­ti, nella seconda perché lo svedese si piazza davanti ad Aronica per ritardarne la battuta della punizione. Il difen­sore di Mazzarri batte comunque, Zlatan è sempre là, do­veva essere ammonito. Gomito un po’ alto di Pato su Gra­va: da valutare la volontarietà. Robinho tocca il pallone con le mani e lo trattiene: manca il giallo. Giallo che arri­va per Pazienza, ed è il secondo: molto fiscale e severo Riz­zoli, siamo nella trequarti del Milan, dire che interrompe un’azione importante ed efficace è difficile. Un episodio che risulterà decisivo, soprattutto in chiave-ripresa.


SECONDO TEMPO - Papastathopoulos su Lavezzi: diretto sul­l’uomo, ma appena fuori area: ok la punizione al limite, manca però l’ammonizione per il greco (e sarebbe stata la seconda), stavolta il bolognese non è stato altrettanto fisca­le. Ancora i due protagonisti un minuto dopo: comincia il Pocho (che tira la maglia), rifinisce il greco che spinge, sia­mo in area, Rizzoli lascia proseguire. Robinho allontana il pallone: ammonito. Lavezzi su Papastathopoulos sul 2-1: non c’è fallo. Grava su Ibra: da giallo. Aronica su Robinho, lo tocca appena sul petto, il brasiliano crolla a terra tenen­dosi il volto, poi arriva l’entrata decisa di Boateng su Aro­nica che scatena la rissa (c’è anche Nesta che spinge Gra­va). Pagano in diversi (anche l’incolpevole Campagnaro, unico a fare da paciere e ad evitare che qualcosa degene­rasse), non Ibra, che si alza dalla panchina e arriva nella zona del misfatto, trattenuto a stento.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160