Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Campana: «Trattative con la Lega si sono fermate»

in

ROMA, 25 ottobre -
«Oggi c'è stata un'interruzione nelle trattative con la Lega di A per il rinnovo del contratto collettivo dei calciatori». Queste le parole del numero 1 del sindacato dei giocatori, Sergio Campana, al termine dell'ennesimo incontro tra le parti nella sede della Federcalcio.


NESSUN PASSO IN AVANTI -
«È dal 13 settembre, giorno del primo incontro, che non si fanno passi avanti. Il nostro giudizio sulla bozza di contratto proposta dalla Lega di A è negativo. Pertanto faremo una relazione ai calciatori, che avevano deciso di sospendere lo sciopero (inizialmente proclamato per il 25 settembre) nella speranza che le nuove trattative portassero a qualche soluzione. Invece registriamo un peggioramento e dunque adesso saranno i giocatori a decidere se scioperare o no». Il presidente dell'Assocalciatori, Sergio Campana, dopo aver annunciato, al termine della riunione in Federcalcio con i rappresentanti della Lega di A, che le trattative tra le parti sono state interrotte, torna a paventare l'ipotesi di uno sciopero da parte dei giocatori. «Saranno loro a decidere - ha aggiunto - Spero che non siano costretti a scioperare, ma di fronte a questa situazione serve un intervento deciso. Personalmente sono deluso». 


INTERVENGA LA FEDERCALCIO - 
«Adesso chiediamo l'intervento della Federcalcio». Il presidente del sindacato calciatori, Sergio Campana, dopo la rottura delle trattative sul rinnovo del contratto collettivo con la Lega di A, ha chiesto l'intervento della Figc per risolvere definitivamente la questione. «C'è stato un peggioramento della situazione dopo l'assemblea della Lega di A, che ha delegato il presidente della Lazio, Lotito, e il legale della Juventus, Briamonte, a discutere sui noti otto punti - ha aggiunto -. Poi però si sono presentati con una bozza che ne prevedeva anche altri, inaccettabili (tra cui la possibilità di rescindere il contratto dopo tre mesi di infortunio). Noi abbiamo ribadito la nostra disponibilità su sei di quegli otto punti iniziali, ma resta la nostra chiusura totale sui fuori rosa e sui trasferimenti coatti».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160