corruzione

In Cina 200 arbitri sono stati obbligati a frequentare i "campi anticorruzione"

A parte la facile ironia sulla situazione di casa nostra, e non ci riferiamo certo agli arbitri, nel Paese asiatico la situazione è molto grave. L’iniziativa rientra nel tentativo di ricostruire l’immagine del calcio cinese, dopo gli scandali a catena che lo hanno colpito.

Fonte: 

QSnet

0
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Il bisogno di legalità ed il richiamo all'ordine, non scuotono i birbantelli del calcio.

Quello che sta succedendo nelle ultime settimane potrebbe segnare un cambiamento culturale oltre che politico e sociale. Il livello di corruzione nel nostro Paese è arrivato a soglie ben superiori dell'epoca di tangentopoli. Tra noi nessun desiderio di divenire un paese sudamericano dove corruzione e malaffare ne governano i destini.

Fonte: 

redazione

4.5
Voto medio: 4.5 (4 voti)
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!
Condividi contenuti

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160